BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ Quarta giornata, Juventus: hai un nuovo Capello; Napoli: divertiti. E su Inter e Milan... Il punto di Filippo Corsini (esclusiva)

Pubblicazione:martedì 20 settembre 2011

Antonio Conte (Foto: Ansa) Antonio Conte (Foto: Ansa)

SERIE A: IL PUNTO SULLA QUARTA GIORNATA - Una quarta giornata ricca di spunti quella che partirà stasera con l'anticipo Novara – Inter e si chiuderà giovedì sera con la sfida dell'Olimpico tra Roma e Siena. Il primo turno infrasettimanale della Serie A 2011/12 offre l'occasione del riscatto alle milanesi e le romane, sinora protagoniste di un balbettante avvio di stagione. Giornata interessante anche per testare le ambizioni delle capoliste Napoli e Juventus, impegnate in due gare facili solo sulla carta e in cerca della terza vittoria in altrettante gare. Per discutere riguardo a tutte le sfide di questa entusiasmante tre giorni calcistica è intervenuto, in esclusiva per ilSussidiario.net, Filippo Corsini, vicecaporedattore della Redazione Sportiva del Giornale Radio e presentatore della celebre trasmissione Tutto il calcio minuto per minuto.

Ci si avvicina alla quarta giornata: stasera apre l'Inter, può essere la volta buona per la prima vittoria nerazzurra di Gasperini?

Non lo so, la sensazione è che la strada sia in salita. Gasperini sostiene di avere la fiducia di Moratti però mi sembra che sia un matrimonio partito in maniera balbettante. Del resto Gasperini è stato l'ultima scelta dell'Inter, il sogno del presidente Moratti sarebbe stato Guardiola che però era ovviamente impegnato, ed è dunque arrivato Gasperini che rappresentava il meno peggio sulla piazza, almeno nell'ottica del presidente nerazzuro. Per quanto riguarda la partita bisognerà vedere anche l'incognita sintetico e capire quanto la squadra vorrà confermare Gasperini perché alla fine sono sempre i calciatori a decidere il futuro di un tecnico.

In caso di sconfitta Gasperini rischierebbe la panchina?

Secondo me con Moratti tutto è possibile. Qualora dovesse perdere anche stasera ci si può aspettare di tutto, anche un ritorno di Leonardo.

Anche l'altra milanese non se la passa di certo meglio. Al San Siro arriva la temibile Udinese, il Milan nonostante le assenze può invertire il trend?

È una sfida molto difficile. L'Udinese è una squadra molto collaudata, ha perso Sanchez senza molti rimpianti anche considerando l'infortunio rimediato dal cileno. Il Milan dovrà certamente recuperare i giocatori per far vedere il gioco di Allegri. In ogni caso secondo me dovrebbe farcela, vedo un 1 fisso per la gara di domani sera. L'unica incognita potrebbe essere il pensiero rivolto alla Champions, è anche vero però che si tratta di un turno infrasettimanale e la sorpresa è sempre dietro l'angolo in questo tipo di partite.

Da dove derivano le difficoltà delle milanesi?

L'Inter credo sia alla fine di un ciclo. C'è un certo appagamento anche da parte del presidente Moratti, con Mourinho si sono sentiti invincibili per il periodo in cui è stato all'Inter ed ora è difficile andare avanti. Il Milan invece è stata la meno peggio delle grandi ed ha portato a casa uno scudetto, quindi i rossoneri il loro dovere l'hanno fatto. Adesso credo che si punterà tutto sulla Champions, non so se riusciranno a confermarsi in questo campionato.

La Juventus ospiterà il Bologna e può fare filotto. Secondo lei quanto ha influito il calendario sull'avvio sprint dei bianconeri? La Juventus sarebbe stata pronta per affrontare test più impegnativi da subito?


  PAG. SUCC. >