BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BAYERN MONACO MANCHESTER CITY/ Probabili formazioni e ultimissime novità (2a giornata di Champions League)

Pubblicazione:

Mario Balotelli (foto Ansa)  Mario Balotelli (foto Ansa)

PROBABILI FORMAZIONI BAYERN MONACO-MANCHESTER CITY (CHAMPIONS LEAGUE): LE ULTIME DAI CAMPI - La sfida dell'Allianz ArenA tra Bayern Monaco e Manchester City si preannuncia - anche solo sulla carta - come il vero e proprio big match della seconda giornata della Uefa Champions League 2011/2012. Le due compagini sono in testa ai rispettivi campionati e hanno impressionato per la forza e la qualità delle prestazioni sinora messe in campo: il Bayern si è dimostrato solido e compatto come nella propria miglior tradizione, mentre il City si è rivelato fantasioso, frizzante e consapevole di poter contare su alcuni talenti straordinari. "Dobbiamo provare a vincere: in questo girone non si possono fare molti calcoli visto il valore degli avversari" ribadisce Roberto Mancini in conferenza stampa: la filosofia del tecnico è molto chiara e avvalorata dai suoi stessi giocatori, consapevoli di trovarsi di fronte alla gara più ostica - e per questo decisiva - del girone. "Dobbiamo pensare di andare là ed aggredirli, come faremmo in casa contro qualunque avversario" dice Silva, raccogliendo il consenso dei compagni. In casa bavarese, invece, a parlare è il tecnico Jupp Heynckes, che ricorda a tutti la forza degli avversari: "I citiziens sono tra i favoriti per la vittoria finale, quindi è una sfida alla pari che esige da parte nostra la massima attenzione perchè sarà decisivo l'aspetto tattico della partita". Anche capitan Lahm vuole una squadra "concentrata e aggressiva, per proseguire il cammino europeo con altri tre punti pesanti": insomma, la gara - ancora prima di cominciare - promette spettacolo. Purtroppo non saranno della partita nè Mario Balotelli (perchè squalificato) nè Arien Robben, che si accomoderà in panchina per evitare fastidiose ricadute dopo il recupero - non ancora portato a compimento - da un precedente infortunio. La sfida quindi vivrà senza due grandi e attesi protagonisti, ma non per questo perde valore: basta scorrere le formazioni che scenderanno in campo per capire come questa gara potrebbe tranquillamente configurarsi come una finale anticipata. Arbitro della gara, che inizierà alle ore 20 e 45, sarà l'ungherese Kassai.



  PAG. SUCC. >