BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Italia-Stati Uniti (Mondiali Rugby): segui e commenta la partita live in temporeale

Italia-Stati Uniti è la partita decisiva per gli azzurri in questa Coppa del Mondo di Rugby. L'Italia infatti è terza nel girone dove precede di un punto proprio gli Stati Uniti

Marco Bergamasco in azione (Foto Ansa)Marco Bergamasco in azione (Foto Ansa)

Italia-Stati Uniti è la partita decisiva per gli azzurri in questa Coppa del Mondo di Rugby in Nuova Zelanda. L'Italia infatti è terza nel girone, dove precede di un punto proprio gli Stati Uniti. Per potersela giocare nella prossima partita (non sarà facile), l'Italia deve battere gli Stati Uniti e segnare almeno quattro mete per ottenere il bonus. Mission Possible, ma non certo agevole. Dal canto loro di Stati Uniti cercano la vittoria di prestigio per poter scrivere la storia di uno sport che negli USA risente della cannibalica concorrenza del Football (Americano, ovvio). La partita si può vincere, e si può vincere con il bonus, ma per riuscire a far andare Italia-Stati Uniti come vogliono gli azzurri non dovranno sbagliare pressoché nulla.
L'Italia si presenta alla sfida con gli Stati Uniti molto concentrata dopo l'ottimo risultato conseguito contro l'altra ex-superpotenza mondiale (non certo del rugby, ma è un bell'effetto pensarlo). Siamo a meno della metà del cammino e a Mallett non è affatto andato giù il calo di concentrazione mostrato dagli azzurri nei minuti finali della gara della scorsa settimana.  Forse la testa era già a questa partita, di certo non potremo permetterci di pensare già alla prossima, come non manca di ricordare anche Sergio Parisse: "dobbiamo tener alta la concentrazione per la partita contro gli Stati Uniti, non sono ammesse le distrazioni, dobbiamo fare tutto il possibile per segnare almeno quattro mete". Certo il bonuns è fondamentale, ma all'Italia servirà anche una maggior precisione ai calci di trasformazione per poter affrontare in modo più tranquillo il match che se non dovesse mettersi subito bene potrebbe mettere a dura prova i nervi degli Azzurri. Dai campi arriva la notizia di un forfait di Andrea Masi. All'ultimo minuto Masi ha rinunciato alla gara, un fastidio al polpaccio lo relega in tribuna, sperando che si possa riprendere al meglio per il prossimo match decisivo e decisamente meno abbordabile. Luke McLean è comunque pronto. Mallett riproporrà in campo i fratelli Bergamasco e Martin Castrogiovanni, non al top, ma serve che giochi. La probabile formazione dell'Italia sarà quindi questa: 15 Luke McLean; 14 Tommaso Benvenuti, 13 Gonzalo Canale, 12 Gonzalo Garcia, 11 Mirco Bergamasco; 10 Luciano Orquera, 9 Fabio Semenzato; 8 Sergio Parisse (capitano), 7 Mauro Bergamasco, 6 Alessandro Zanni; 5 Cornelius van Zyl, 4 Quintin Geldenhuys; 3 Martin Castrogiovanni, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Totò Perugini. In panchina: 16 Fabio Ongaro, 17 Andrea Lo Cicero, 18 Marco Bortolami, 19 Paul Derbyshire, 20 Edoardo Gori, 21 Ricky Bocchino, 22 Giulio Toniolatti.
Per quanto riguarda gli Stati Uniti, il coach irlandese Eddie O'Sullivan non ha la minima intenzione di farsi sopraffare facilmente dagli azzurri per poi servirgli su un piatto d'argento la sfida dentro-fuori con i ragazzi di San Patrizio. Anche per questo Italia-Stati Unisti sarà un match durissimo. Osservato speciale il ventiseienne Takadzwa Ngwenya, ala del Biarritz, certo un brutto cliente per la difesa dell'Italia. Gli Stati Uniti non sono una formazione irresistibile e dimostrano decisamente delle lacune, soprattutto nel gioco al piede e sono più che perforabili. Tuttavia hanno grinta da vendere e grandi motivazioni. La formazione a stelle e striscie ha dimostrato grande ritmo e aggressività, e l'Italia dovrà essere perfetta tecnicamente per metterli sotto, come ricorda Fabio Tonni, direttore sportivo degli Aironi in una intervista rilasciata in esclusiva a IlSussidiario.net "La partita è meno facile del previsto, gli Stati Uniti sono una buona squadra e molto aggressiva. Potrebbero metterci in difficoltà. La chiave della partita? Mischia e touches. Siamo tencicamente superiori, dimostriamolo." E ora la parola al campo, Italia-Stati Uniti sta per cominciare.