BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE A/ Milan favorito e Inter da verificare. Juventus? Da Champions e con il nuovo stadio... Parla Antonio Cabrini (esclusiva)

Il campionato di serie A inizia ufficialmente questa sera, con la sfida tra Milan e Lazio. Per parlare del campionato che sarà è intervenuto, in esclusiva, ANTONIO CABRINI.

Milan campione d'Italia 2010/2011 (foto Ansa) Milan campione d'Italia 2010/2011 (foto Ansa)

La lunga attesa è finita. Il Campionato di serie A parte stasera con Milan-Lazio, l’incontro di cartello della prima (ufficialmente la seconda) giornata di serie A. I tifosi di tutta Italia hanno voglia di lasciarsi alle spalle le liti post-Calciopoli, gli scioperi dei calciatori e le polemiche estive, per dedicarsi al gioco più bello del mondo. Un campionato che parte con tante squadre pronte a battagliare in vetta, ma anche senza campioni del calibro di Eto'o, Sanchez e Pastore, emigrati in campionati lontani. Per parlare del campionato che sarà, è intervenuto – in esclusiva a ilsussidiario.net – Antonio Cabrini, uno dei più grandi campioni (di Juventus e Nazionale) che questo sport ricordi.

Si parte stasera con Milan-Lazio. E'd'obbligo una battuta sui rossoneri...

Li vedo ancora come i veri protagonisti di questo campionato. E’ una squadra equilibrata, ben assortita e che parte giustamente con i favori del pronostico

Non le sembra, quella rossonera, una squadra che comincia ad essere un po' avanti con l'età?

No: il Milan ha acquistato Aquilani, Taiwo ed El Shaarawy, tutti giovani che hanno ampliato un organico già molto forte ed in grado di affrontare al meglio tutti gli impegni

E l’Inter? Riuscirà a sopperire alla partenza di Eto’o?

Questa è una bella domanda, a cui anch’io non so rispondere. Sarà proprio il campo a dare il verdetto sui nerazzurri

Poi c’è il Napoli, che si presenta molto agguerrito: dove può arrivare la squadra di Mazzarri?

Fa parte di quel lotto di 3-4 formazioni che possono lottare per i vertici di questo campionato. In questo gruppo inserisco anche Roma, Lazio e Juventus

La Juventus si è molto rinnovata. E' pronta per tornare a vincere?

Sono cambiati i tempi, vincere adesso non è così facile. Bisogna riuscire ad indovinare tutta una serie di componenti che risultano decisive per il raggiungimento di un traguardo sportivo

L’obiettivo dei bianconeri quale deve essere quindi?

La qualificazione in Champions

Intanto la Juve è il primo club italiano che giocherà in uno stadio tutto suo…

Una grande cosa, che può essere di stimolo per la società e che non può che far contenti i tifosi: un motivo d’orgoglio per chi sostiene questa squadra