BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FRANCIA/ L'ultima di Eric Cantona: si butta in politica, nel mirino l'Eliseo!

Pubblicazione:martedì 10 gennaio 2012

Eric Cantona (Infophoto) Eric Cantona (Infophoto)

CANTONA POLITICA ELISEO - Provaci ancora, Eric. L'ex-stella del Manchester United Cantona ha deciso di impegnarsi in una nuova missione, ovvero la politica. Il suo obiettivo consiste nientemeno che nell'ottenere una candidatura all'Eliseo in vista delle elezioni presidenziali francesi, che si terranno in primavera. Colui che deliziava il pubblico dell'Old Trafford è pronto a conquistare anche l'elettorato transalpino. Nel frattempo, ha già scritto una lettera, all'indirizzo dei sindaci di Francia (apparsa sul sito del quotidiano Liberation), per chiedere di ottenere le 500 firme necessarie per la candidatura presidenziale. Qualora dovesse riuscire nel suo intento, Cantona dovrebbe vedersela con l'attuale presidente Nicolas Sarzoky e con il socialista Francois Hollande, che molti sondaggi danno per favorito. Non è la prima volta che 'Eric il terribile' sconfina in territori che poco o nulla hanno a che fare con il calcio. Si è cimentato, ad esempio, con il cinema, dove ha interpretato il film di Ken Loach "Il mio amico Eric", e pure con il teatro, recitando nella piece "Ubu Enchain", tratta dall'opera di Alfred Jarry. Come si vede, dal suo ritiro dai campi di gioco, datato 1997, ne ha fatta di strada. Per la tifoseria del Manchester United è stato un simbolo ed un idolo incontrastato. Con la maglia dei Red Devils ha giocato dal 1992 al 1997, vincendo la Premier League per ben quattro volte. Nell'autunno del 2010 Cantona ha fatto parlare di sè per un appello, lanciato alla cittadinanza francese, affinchè tutti ritirassero i propri risparmi dalle banche, considerate tra le principali responsabili della crisi economica. In cima alla sua agenda politica, c'è adesso il problema degli alloggi, da consegnare alle famiglie meno abbienti. In quanto "cittadino impegnato", come lui stesso si è definito nella missiva inviata ai sindaci, conta di dare quantomeno un segnale per sottolineare l'importanza della questione, con l'ausilio della fondazione Abbè-Pierre. Cantona l'ambizioso, l'orgoglioso. Il fuoriclasse 'etico'. Chissà se anche stavolta riuscirà a vincere l'ennesima sfida della sua lunga e frastagliata esistenza. Gli esperti non gli assegnano molte chances di arrivare alle elezioni. Dovesse farcela, però, potrebbe rubare voti ai due maggiori schieramenti.


  PAG. SUCC. >