BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FIORENTINA-LECCE/ Probabili formazioni e ultimissime notizie (diciottesima giornata serie A)

Pubblicazione:domenica 15 gennaio 2012

Stevan Jovetic, 9 gol in campionato (foto Infophoto) Stevan Jovetic, 9 gol in campionato (foto Infophoto)

FIORENTINA-LECCE PROBABILI FORMAZIONI – La Fiorentina vuole ottenere questi tre punti oggi, in questa diciottesima giornata di campionato, contro il Lecce ultimo in classifica alle ore 15. I giallorossi hanno veramente poco da perdere, e proprio per questo la Fiorentina dovrà fare molta attenzione e non sottovalutare la gara e la formazione salentina. Delio Rossi, oggi al Franchi, dovrebbe confermare il solito 3-5-2 insieme a tutti i suoi protagonisti: tra i pali, nonostante la presenza di Neto in Coppa Italia, dovrebbe tornare il polacco Boruc, mentre scendono in campo dal primo minuto anche capitan Gamberini e Vargas, insieme a Nastasic e Salifu. Cerci partirà nuovamente dalla panchina, quindi spazio al collaudato tandem Jovetic-Ljajic, mentre l’unico vero dubbio di Rossi riguarda probabilmente Natali, che durante l’allenamento di ieri ha accusato un leggero affaticamento muscolare. Nel caso in cui non dovesse farcela, Camporese sarà comunque pronto a prendere il suo posto. Proprio a proposito di Cerci, il tecnico viola ha detto: « Se temo che domani Cerci venga fischiato? Io preferisco i fischi all'indifferenza e comunque i giocatori devono sempre e soltanto far parlare il campo», ha detto Delio Rossi. Serse Cosmi, dal canto suo, non potrà contare in difesa su Carrozzieri, mentre Tomovic rimpiazzerà lo squalificato Oddo. In mezzo ci sarà ferrario, mentre Cuadrado farà certamente parte del tridente offensivo. Non ci sarà anche Mesbah, ed è proprio Cosmi a spiegare il motivo dell’assenza del giocatore: «Anche se non c'è nulla di ufficiale, all'inizio della prossima settimana dovrebbe trasferirsi al Milan», ha detto il tecnico del Lecce che, riguardo alle operazioni di mercato, ha fatto sapere che «qualcosa si può sbloccare all'inizio della prossima settimana. Siamo in una situazione dove per esserci un'entrata ci deve essere un'uscita, questo non significa, però, indebolirsi. Voglio dei giocatori pronti, che non abbiano bisogno di tempo per calarsi nella nostra realtà. Giocatori pronti a dare il loro contributo e che, magari, possano stimolare chi in questo momento non è al massimo a livello di autostima».


  PAG. SUCC. >