BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Chievo-Palermo (1-0): i voti, la cronaca e il tabellino (diciottesima giornata)

Ennesima sconfitta lontano dalle mura amiche per il Palermo. I rosanero affondano anche al Bentegodi al cospetto del Chievo di Mister Di Carlo. La panchina di Mutti a rischio?

Josiph Ilicic (INFOPHOTO) Josiph Ilicic (INFOPHOTO)

Ennesima sconfitta lontano dalle mura amiche per il Palermo, i rosanero affondano al Bentegodi al cospetto del Chievo di Mister Di Carlo e ufficializzano la crisi. La panchina di Mutti a rischio?

Il Palermo per cercare la prima vittoria lontano dalle mura amiche; il Chievo per allontanare le zone calde della classifica. Al Bentegodi va in scena una partita vera e ricca di spunti d'interesse, la squadra rosanero, ancora a secco di vittorie da quando è arrivato Mutti sulla panchina si presenta al cospetto della squadra clivense determinata a voltare pagina dopo la bruttissima sconfitta interna rimediata contro il Napoli. Nei primi quarantacinque di gioco c'è però più Chievo che Palermo, la squadra di Mimmo Di Carlo, non corre praticamente rischi ed ha anche il merito di sfiorare in un paio di occasioni la rete del vantaggio. Prima Paloschi e poi Bradley non trovano però la chiave di volta per rompere l'equilibrio dell'incontro. Sul finale della prima frazione cresce il Palermo che alza il baricentro ma non riesce comunque a rendersi pericolosa dalle parti dell'inoperoso Sorrentino.

Al rientro dagli spogliatoi la partita si sblocca quasi immediatamente. Bastano solo cinque minuti a Sammarco per trovare il tempo dell'inserimento e beffare Benussi con un chirurgico destro che fa sprofondare i rosanero in un sonno dal quale è difficile destarsi. Con una partita da riequilibrare Mutti si gioca le carte Miccoli e Budan per provare a scardinare il fortino gialloblu. L'occasione migliore arriva però sui piedi di Bacinovic che al sedicesimo minuto prova la conclusione dai venticinque metri ma trova sulla sua strada il solito Sorrentino, decisivo nella deviazione in angolo. I siciliani attraversano in questa fase centrale il loro miglior momento e vanno nuovamente vicini al pari con Budan che da posizione favorevole cerca un insensato passaggio verso il centro vanificando l'azione. È l'ultima grande occasione per gli ospiti che potranno poi recriminare per un atterramento di Bertolo in area. Il finale è infatti tutto di marca clivense, i padroni di casa, aiutati dalle praterie concesse da un Palermo in totale trazione offensiva, sfiorano in più di un'occasione il colpo del KO. Moscardelli non è però preciso e trascina la partita sino al triplice fischio di Rocchi che arriva puntuale dopo 5 minuti di recupero.