BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Maiorca-Real Madrid (1-2): i voti, la cronaca e il tabellino

A Maiorca la capolista Real Madrid, 43 punti nella Liga, a più 5 dai rivali del Barcellona, cerca di continuare la straordinaria striscia positiva. Le pagelle di Maiorca-Real Madrid

José Mourinho (Foto: Infophoto)José Mourinho (Foto: Infophoto)

A Maiorca la capolista Real Madrid, 43 punti nella Liga, a più 5 dai rivali del Barcellona, cerca di continuare la straordinaria striscia positiva interrotta soltanto dallo scontro diretto coi blaugrana. Le merengues nelle ultime 10 partite hanno portato a casa 9 vittorie e 1 sola sconfitta, segnando una media di 3,5 gol a partita. Ai padroni di casa del Maiorca, con soli 19 punti in classifica, spetta l'arduo compito di cercare di rallentare la marcia della corazzata di Mourinho.
- Primi 45' minuti incredibili a Maiorca. Chi si aspettava una partita a senso unico in cui il Real avrebbe schiacciato costantemente i padroni di casa nella propria metà campo segnando almeno 2 gol, è rimasto profondamente sorpreso. Non solo il Maiorca è in vantaggio per 1 rete a 0, ma il Real è andato alla conclusione in porta la metà delle volte degli avversari, che sono la squadra nettamente più pericolosa: insomma, il Maiorca vince e convince. Dopo tre occasioni nitide in contropiede per i padroni di casa su errori di impostazione delle merengues, in cui è stato sfiorato per almeno due volte il gol, prima con una conclusione di tacco di Victor, poi con un tiro in spaccata di Hemed, arriva finalmente il gol dell'insperato ma meritatissimo vantaggio: su respinta da corner la palla finisce tra i piedi di Castro, che da fuori area mette in mezzo un cross su cui, con una splendida girata di testa, si getta Hemed, che realizza il gol del vantaggio. Il Maiorca anche dopo il gol continua a pressare, come ha fatto per tutti i primi 45' minuti senza aver lasciato al Real il tempo per organizzarsi e imbastire qualche azione pericolosa in fase offensiva. L'unico sussulto della squadra di Mourinho è stato il colpo di testa di Sergio Ramos al 44' che si stampa sul palo, su calcio d'angolo di Mesut Ozil. Squadre a riposo sull'inatteso 1-0: è da vedere cosa dirà Mourinho ai suoi nello spogliatoio perchè affrontino i secondi 45' con una mentalità completamente differente.
- I secondi 45' si aprono con un gravissimo errore del direttore di gara e dei suoi collaboratori: viene annullato un gol a Victor il quale, lanciato in campo aperto da Tissone, aveva superato Casillas in uscita disperata con un tocco rasoterra. L'arbitro non ha convalidato il gol causa posizione di fuorigioco del giocatore del Maiorca, che però sul lancio del compagno è partito uno o due metri buoni prima della linea di metà campo. Questa svista clamorosa della terna ha condizionato profondamente la partita. Dopo l'episodio, il Maiorca si è chiuso in difesa, non avendo più fiato per il pressing asfissiante e per le ripartenze in contropiede come nel primo tempo. Tuttavia il Real non è riuscito per buona parte della ripresa ad arrivare alla conclusione in porta. La svolta della gara arriva al 70': Ozil trova un corridoio geniale per Higuain che, davanti al portiere, lascia partire un tiro rasoterra che viene però deviato dalla scivolata del difensore che ne cambia repentinamente la traiettoria, trasformandolo in una palombella che si insacca alle spalle del portiere Aouate. Dal 70' in poi è solo Real Madrid: il Maiorca crolla, il Real fa più tiri in 5' minuti rispetto a tutti i tiri effettuati nella partita da entrambe le squadre fino a quel momento. Prima Ronaldo lascia partire dai 30 metri un missile terra-aria che si stampa sulla traversa; poi, su calcio di punizione di Ozil, viene annullato un gol di testa di Sergio Ramos, in posizione di sospetto fuorigioco al momento della battuta del calcio piazzato. Alla fine, all'88', dopo una situzione di confusione in area di rigore del Maiorca, Callejon lascia partire un tiro di mezzo esterno da fuori area che scavalca il portiere e si infila in porta per il gol del vantaggio e del definitivo 1-2. Il Maiorca non ha più forze per reagire, così il Real di Mourinho porta a casa 3 punti preziosissimi che portano a più 8 il momentaneo vantaggio sul Barcellona.