BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Maiorca-Real Madrid (1-2): i voti, la cronaca e il tabellino

Pubblicazione:domenica 15 gennaio 2012

José Mourinho (Foto: Infophoto) José Mourinho (Foto: Infophoto)

Real Madrid

Casillas, 6: incolpevole sul colpo di testa di Hemed, chiamato in causa un paio di volte nel primo tempo risponde presente alle conclusioni del Maiorca Marcelo 4,5: inesistente, sia in fase di copertura, venendo sorpreso in diverse occasioni nel primo tempo sui contropiedi del Maiorca lasciando più volte i due centrali in inferiorità numerica, sia in fase di spinta, in quanto non si affaccia una volta oltre la metà campo. Al suo posto Coentrao s.v. 
Arbeloa 5: non tiene la marcatura su Hemed in occasione del gol del Maiorca, e fatica a mantenere la posizione di fianco a Pepe. Al suo posto Kakà s.v. 
Pepe 6: come al solito è il perno della difesa del Madrid, insuperabile nell'uno contro uno. Non aiutato dal compagno di reparto sulle ripartenze avversarie, riesce tuttavia a chiudere su due conclusioni a botta sicura degli attaccanti del Maiorca lanciati in contropiede con due recuperi da centometrista 
Sergio Ramos 6,5: se in fase di copertura oggi lascia qualche lacuna, è straordinario sui calci piazzati a proprio favore: schemi provati e riprovati in allenamento con Ozil lo portano nel primo tempo a colpire una traversa con un'incornata da calcio d'angolo, nel secondo tempo a girare di testa a rete una punizione dello stesso Ozil, vedendosi tuttavia annullare il gol per sospetta posizione di offside di partenza 
Lass Diarra 6: buon lavoro a centrocampo, sia in cabina di regia sia in fase di contrasto con gli avversari. Sostituito non per demeriti, ma per necessità tattiche. 
Higuain 6,5: subentra a Diarra e cambia la partita: in 20' minuti segna il gol del pareggio, ed è protagonista anche in occasione del gol del vantaggio. El Pepita è sempre presente ogni qualvolta chiamato in causa 
Xabi Alonso 4,5: pessima la fase di impostazione, male anhe in fase di copertura. Prestazione da dimenticare 
Ozil 7: suoi gli assist del palo di Ramos, del gol di Higuain e del gol annullato allo stesso Ramos. È l'assist man della squadra, la pedina decisiva che oggi ha deciso le sorti dell'incontro. Il migliore dei suoi 
Ronaldo 5,5: non pervenuto per tutta la gara, merita menzione tuttavia il missile terra-aria che ha lasciato partire dai 25 metri nella ripresa e che si è stampato sulla traversa. Perla di genio in una giornata opaca 
Callejon 6,5: è l'autore del gol della vittoria, e questo basta a trasformare un prestazione da 5 in una prestazione più che sufficiente: in certi momenti non conta quanto si è fatto prima, conta solo esserci al momento giusto all''appuntamento col pallone. Lui c'era 
Benzema 6,5: pur non avendo concluso molto a rete, ogni pallone che tocca lo trasforma in oro. Oggi ha rischiato il gol dell'anno: se la alza di tacco su passaggio rasoterra di un compagno e in una frazione di secondo conclude di destro in mezzo pallonetto di poco alto sulla traversa. In una parola: Re Mida

 

(Pietro Macchiarella)




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.