BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Juventus, Higuain costa caro, Caceres dipende da Marotta. Su Mourinho e il Clasico... De Benedetti (esclusiva)

Josep Guardiola (Infophoto)Josep Guardiola (Infophoto)

Tutto può essere. Io, però, sono convinto di una cosa: non credo che il Real Madrid lo licenzierà mai. Il suo arrivo è stato voluto dal presidente Florentino Perez in ossequio ad una certa politica. Tradizionalmente il tecnico del Real è una persona ‘debole’, con lui, invece, si è andati in tutt’altra direzione. Cacciarlo vorrebbe dire sconfessare sé stessi. Piuttosto, potrebbe essere lo stesso Mourinho a chiedere di andarsene, se i suoi rapporti con l’ambiente dovessero precipitare.

Il futuro di Guardiola, invece, come lo vede?

Guardiola è uno che non ama i cicli lunghi, lo ha sempre detto, così come ha sottolineato che essere obbligati a vincere sempre logora. Lui, stando alle sue parole, se ne andrà solo quando capirà che qualcosa si è rotto, e finora non mi pare che sia successo. Io dico che all’orizzonte c’è il suo rinnovo per un altro anno, come è sua abitudine, poi in futuro sarà lui a decidere.

Tornando a Madrid, sembra che la Juventus abbia individuato in Gonzalo Higuaìn il centravanti di livello mondiale per primeggiare anche in Europa.

La fattibilità dell’affare dipende da molti fattori, in primis dal fatto se ci sarà ancora Mourinho a comandare, e quindi a fare il mercato. Lui è un grandissimo goleador, e credo che il Real non se ne priverà per meno di 35-40 milioni: non so se la Juve ce li abbia tutti questi soldi.

Per l’immediato la Juve corteggia Caceres: dopo l’ottimismo iniziale, adesso l’uruguagio sembra un po’ più lontano.

Sì, ed è la stessa percezione che hanno in Spagna. Secondo me dipenderà tutto dalla Juve. Al Siviglia le cose vanno male, c’è stato pure un avvicendamento in panchina, non so se vorranno davvero cedere il giocatore.

Il Milan avrebbe già bloccato Keita per giugno: è la scelta giusta per il centrocampo di Allegri?