BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COPPA D'AFRICA/ Dossena: Ghana e Costa d'Avorio le favorite, ma occhio alle sorprese (esclusiva)

Pubblicazione:sabato 21 gennaio 2012

Il logo della Coppa d'Africa Il logo della Coppa d'Africa

COPPA D'AFRICA: LA PRESENTAZIONE DI BEPPE DOSSENA (ESCLUSIVA). Oggi parte la Coppa d'Africa, la massima competizione calcistica del “Continente Nero”. L'edizione di quest'anno è già contraddistinta da molte sorprese, a partire dai Paesi organizzatori, Gabon e Guinea Equatoriale. Due piccole Nazioni, non solo dal punto di vista calcistico (per la Guinea Equatoriale sarà il debutto in Coppa d'Africa), che speriamo possano cogliere questa manifestazione come un'occasione di crescita. Altre sorprese sono poi giunte dall'eliminazione nella fase di qualificazioni di tante big, dall'Egitto campione uscente al Camerun, dalla Nigeria al Sudafrica e all'Algeria. Insomma, mai come quest'anno saranno possibili sorprese, anche se le favorite d'obbligo sono Ghana e Costa d'Avorio. Per presentare questa Coppa d'Africa abbiamo contattato Beppe Dossena, campione del Mondo nel 1982, che ha allenato il Ghana e ora allena il St. George, una squadra dell'Etiopia. Ecco cosa ha detto in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

 

La prima cosa che sorprende di questa Coppa d'Africa è l'elenco delle Nazioni partecipanti: stanno cambiando le gerarchie del calcio africano?

In parte sì: ad esempio, Nigeria e Camerun non sono forti come alcuni anni fa. Però un numero così alto di grandi squadre che non si sono nemmeno qualificate è dovuto più che altro al caso e a circostanze sfortunate. Non è possibile che 4 delle 6 africane che hanno partecipato al Mondiale del 2010 ora non siano nemmeno tra le migliori 16 del continente.

A questo punto Ghana e Costa d'Avorio sono le grandi favorite?

Questo senza dubbio, anche se non si può escludere dalle migliori il Senegal. Inoltre bisogna tenere presente che le sorprese in Coppa d'Africa sono sempre in agguato, e con queste premesse quest'anno ce ne potrebbero essere ancora di più.

Quale potrebbe essere secondo lei la squadra rivelazione?

Mi piace molto il Sudan: è un'ottima squadra, anche se non ha una grande rosa.

Organizzano due piccoli Stati, Gabon e Guinea Equatoriale. Può essere un'occasione di crescita anche sociale per queste nazioni?

Di sicuro la Coppa d'Africa è una ribalta importantissima, e questo è importante per due piccoli Stati per farsi conoscere dal mondo intero. Anche perchè dobbiamo tenere presente che in Africa la Coppa è più sentita del Mondiale.

Addirittura?


  PAG. SUCC. >