BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHIEVO-SIENA/ Piscedda (Italia U21B): partita senza tatticismi, favoriti i veneti… (esclusiva)

Pubblicazione:

Foto: Infophoto  Foto: Infophoto

COPPA ITALIA: SIENA-VERONA. IL PRONOSTICO DI PISCEDDA (ITALIA UNDER 21B). Una partita dall’esito non scontato quella che vede protagoniste Chievo e Siena, oggi alle 17,30 allo Stadio Bentegodi, valevole  per i quarti di finale di Coppa Italia. Chievo e Siena sono due formazioni che stanno lottando per la salvezza in campionato. La squadra veronese ha ottenuto nell’ultimo turno  un pareggio esterno a Lecce, mentre il Siena ha pareggiato 1-1 con il Napoli in casa. Il Chievo ha 24 punti in classifica, il Siena 19. La partita di oggi mette in palio la semifinale di Coppa Italia, un traguardo prestigioso per due club non così di prima fascia come Chievo e Siena. E probabilmente sarà partita vera, con le due formazioni che non si tireranno indietro per ottenere la qualificazione. Per parlare e commentare questo match abbiamo sentito, in esclusiva per ilSussidiario.net, Massimo Piscedda,  attualmente allenatore dell’Italia Under 21 B, in passato calciatore che ha militato a lungo nella Lazio e ha vestito anche la maglia del Siena.

Oggi si gioca Chievo – Siena: che partita sarà?
Credo che sarà un incontro molto aperto; le due squadre non vogliono lasciarsi sfuggire l’occasione di accedere alla semifinale di Coppa Italia. Sarebbe un traguardo molto prestigioso da ottenere. Senza dimenticare che proprio in Coppa Italia si gioca senza nessun tatticismo, visto che non c’è la pressione del campionato e questo porta le varie formazioni a giocare in attacco, senza fare nessun tipo di catenaccio.
Come giudica Chievo e Siena?
Il Chievo come il Siena lotta per ottenere la salvezza ma ha più esperienza in serie A e questo certamente lo avvantaggia rispetto alla formazione toscana.
E come giudica i loro ultimi risultati in campionato?
Hanno fatto dei buoni risultati. Il Siena poi ha battuto la Lazio in casa e ha ottenuto un pareggio molto positivo con il Napoli.
Lei conosce questa città avendo giocato per una stagione a Siena, che rapporto c’è con il calcio?
Ho vissuto una stagione bellissima a Siena. Con una promozione dalla C2 alla C1. Ora poi il Siena è in serie A, è una situazione molto diversa. Il calcio conta molto di più. Ma bisogna ammettere che il calcio a Siena viene dopo il Palio che è la vera passione di questa città.
E il Chievo?



  PAG. SUCC. >