BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Bologna-Inter (1-3): i voti della partita e il tabellino con marcatori e ammoniti (serie A nona giornata)

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

 – Si fa notare ed è sempre presente senza regalare niente agli avversari. Discreto anche il contributo offensivo.

 – Fa girare molti palloni e serve l’assist pennellato per l’insaccata di Cherubin. (82’ KONE s.v.)

 – Si muove poco, a tratti scompare e viene totalmente sovrastato dal centrocampo interista. (75’ PAPONI s.v.)

 – Si fa vedere molto ma non punge come dovrebbe. Spinge bene ma non va oltre.

 – Uno dei migliori, come sempre. Ci prova in un paio di occasioni scaldando le mani a Handanovic ma anche lui non concretizza al meglio.

 – Insieme a Diamanti e Gilardino va a comporre senza dubbio il migliore reparto visto oggi. I tre si trovano alla perfezione ma le soluzioni inventate non impensieriscono più di tanto il portiere avversario. (75’ KHRIN s.v.)

 – Prestazione convincente, reclama un rigore che sarebbe stato netto senza la sua precedente posizione di offside e appare sostanzialmente in ottima forma.

Gioca tutte le carte di cui dispone e la sua squadra offre una delle migliori prestazioni della stagione fino a questo momento. Nonostante il risultato il Bologna si è reso protagonista di una ottima prestazione.

 

 – Non un gran lavoro per lui quest’oggi, ma si fa trovare sempre pronto sugli attacchi avversari. Incolpevole sulla rete del Bologna.

 – Dopo aver sprecato una clamorosa occasione a centro area, si fa perdonare pochi minuti dopo: è sua la rete che apre le danze e che spiana la strada all’Inter verso la vittoria finale.

 – Il soprannome che lo contraddistingue si conferma ancora una volta azzeccato: “the wall” è sempre presente e blocca egregiamente ogni attacco avversario.

 – Piacevole sorpresa, gioca bene e si rende utile in più di un’occasione. Peccato solo per il giallo che lo costringerà a saltare la sfida con la Samp.

 – Combatte come sempre bloccando ogni tentativo avversario e rilanciando la propria squadra verso l’area bolognese. Parte benissimo, si spegne nel secondo tempo.

– Comincia bene facendosi notare, ma ben presto pecca di imprecisione ed eccessivo nervosismo (88’ PEREIRA s.v.)