BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Cagliari-Catania (0-0): i voti della partita (dodicesima giornata)

Cagliari-Catania aveva tutte le carte in regola per essere un match scoppiettante. Non è stato così, e la partita si è arenata su uno 0-0 sotto le aspettative. Le pagelle di Cagliari-Catania

Victor Ibarbo (sinistra), 22 anni, affrontato da Marco Biagianti, 28 (INFOPHOTO) Victor Ibarbo (sinistra), 22 anni, affrontato da Marco Biagianti, 28 (INFOPHOTO)

Campionato di serie A 2012/2013, anticipo pomeridiano della dodicesima giornata della serie A Tim 2012-2013: la partita tra Cagliari e Catania, che si è giocata nel capoluogo sardo, si è conclusa con il risultato di 0 a 0.
: partita abbastanza noiosa, dato che le due squadre, se non in certi momenti il Cagliari, non hanno mai dato l'impressione di voler portare a casa i tre punti. In questo senso è stata una partita noiosa, senza grandi occasioni da gol se non qualcuna nel primo tempo. È stata quindi non una partita ricca e divertente e la sufficienza è il minor voto che possa raggiungere.
la squadra di Lopez prende la sufficienza per il rotto della cuffia, solo perché rispetto agli avversari combina qualcosa in più e prova a fare la partita. Di sicuro però i sardi non sono brillanti come nelle ultime uscite e si vede. I cambi in attacco nella ripresa non portano a idee innovative, anzi peggiorano la situazione e quindi i padroni di casa alla fine non riescono a sbloccarla.
rispetto all'ultima prestazione contro la Lazio, gli uomini di Maran hanno sicuramente fatto un passo indietro. In questo senso non sono mai stati cattivi e hanno lasciato l'iniziativa al Cagliari provando a ripartire in contropiede senza però mai riuscirci. Infatti lascia fare la partita al Cagliari e le volte che riparte lo fa senza brillantezza e velocità. Dai suoi uomini Maran può aspettarsi molto di più.
partita semplice da amministrare, anche grazie all'aiuto dei giocatori in campo che non sono mai nervosi. Buona la gestione dei cartellini.

Agazzi, 6: mai impegnato seriamente, gestisce con tranquillità i pochi palloni che gli arrivano.
Pisano, 6: prova a spingere, neutralizza Gomez, ma alla fine non riesce mai ad essere pericoloso.
Rossettini, 6: solido in difesa, imposta l'azione e non lascia mai spazio agli avversari.
Astori 6,5: non si fa mai saltare, è sicuro e prova qualche sortita offensiva senza però essere fortunato.
Avelar, 6: in difesa è sereno per la nullità del Catania, prova a spingere ma non lo fa con Costanza.
Dessena, 6: ci prova nel primo tempo con un tiro dalla distanza ma non è mai preciso; fa il compitino senza osare troppo.