BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Palermo-Sampdoria (2-0): i voti della partita (dodicesima giornata)

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Barreto 6 – Corre e lotta su ogni pallone. Pecca però di troppa imprecisione nei suggerimenti.

Kurtic 6 – Si fa notare, sicuramente più che nelle altre giornate. Prova a sfruttare il suo buon tiro ma non va a segno come vorrebbe. Gara comunque positiva.

Garcia 6.5 – Insieme a Brienza copre tutta la fascia sinistra da cui vengono generate le migliori occasioni. Recupera diversi palloni e si sacrifica per la squadra.

Ilicic 5.5 – Nel secondo tempo prova a farsi notare con un paio di tiri da fuori, ma è autore di un primo tempo veramente sottotono. (Bertolo s.v.)

Dybala 7,5 – Il diciottenne argentino segna due reti e rischia di fare anche la terza a fine gara. E’ lui il vero protagonista della giornata di oggi. (Budan s.v.)

Brienza 7.5 – Dybala segna, ma è lui a prendersi tutto il Palermo sulle spalle. Qualità, sostanza e quantità sono le armi che continuano a contraddistinguerlo, e la Samp affonda soprattutto per merito suo. Fondamentale. (Zahavi s.v.)

All. Gasperini 7 – Nonostante gli infortuni, azzecca bene o male tutte le mosse. Al contrario di Ferrara striglia i suoi nell’intervallo e il Palermo rientra in campo con un nuovo spirito.

Romero 6 – Nonostante la sconfitta, salva il risultato in più di un’occasione. Poi deve arrendersi, ma non ha colpe.

Mustafi 5 – Forse emozionato per l’esordio, combina veramente poco. Anonimo.

Gastaldello 6 – Prima si fa ammonire, poi combina un pasticcio difensivo che fortuna per lui non provoca gravi conseguenze. Nonostante questo ci prova, forse più di tutti gli altri.

Rossini 4,5  - Uno dei peggiori, viene completamente annullato da Dybala che se lo mangia. E’ proprio lui a tenere in gioco l’argentino nel raddoppio. Partita da dimenticare. (Juan Antonio s.v.)

Costa 5,5 - I gol del Palermo nascono dall’altra fascia, e lui fa quello che deve fare ma con poca convinzione. Fatica a sganciarsi e a portarsi in avanti.