BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Inter-Genoa (1-1): i voti e il tabellino della partita con marcatori e ammoniti (serie A, 18esima giornata)

Juan Manuel Vargas (sinistra), 28 anni, ed Esteban Cambiasso, 32 (INFOPHOTO) Juan Manuel Vargas (sinistra), 28 anni, ed Esteban Cambiasso, 32 (INFOPHOTO)

 Per essere così vicino ai 40 anni, il capitano dimostra ancora una volta tutta la sua importanza. Anche lui, però, come tutto il resto della squadra, oggi resta in sordina in attesa di qualcosa che non arriva mai.

 Più che sufficiente solamente per il gol che, perlomeno, permette alla squadra di non soccombere sotto i colpi del Genoa. Fa girare come può il centrocampo ma senza riuscirci sempre bene.

 Si impegna, probabilmente più di tutti. Stramaccioni lo sacrifica all’ottantesimo per introdurre la quarta punta, Livaja, che renderà questo pareggio ancora più amaro fallendo un gol sulla linea di porta. ( Gioca dieci minuti, troppo pochi per poter esprimere un giudizio sulla prestazione, ma quel palo centrato al novantesimo resterà marchiato a fuoco nella memoria di tutti gli interisti).

 Prova qualche giocata delle sue, ma senza mai brillare o entrare attivamente nella partita. Scompare tra le fila della difesa genoana, capace di rendere inoffensivo ogni suo tentativo di attacco.

 Rientrato oggi dall’infortunio, si rifà male dopo neanche mezzora e, uscendo, si becca pura (ingiustamente) i fischi del pubblico. Ci penserà Cordoba a mettere in riga la tifoseria. (dal 30‘  Prestazione anonima, prova qualche affondo dalla sinistra ma non punge mai).

 Come il resto dell’attacco appare stanco e demotivato. Sarà anche l’emozione dell’ex, ma oggi ha creato davvero poco.

 - Vedi Cassano, ma con qualcosa in meno. Tutta la sua partita si concentra in quel suggerimento a centro area che Livaja destina sul palo.

 Schiera un tridente che crea poco e che non modifica fino alla fine nonostante non produca nulla. Nella ripresa mette invece Chivu che, per certi versi, peggiora quasi le cose. Alla fine entra pure Livaja…

 – Incolpevole sul gol di Cambiasso, è attento e preciso per tutta la partita. Alla fine viene salvato dal palo, che ringrazia con un bacio.

 – Il giovane difensore cresciuto nelle giovanili del Milan riesce a neutralizzare al meglio ogni incursione tentata da Cassano. Dal duello esce vincente lui.

– Per sua fortuna si ritrova di fronte un Milito decisamente sottotono che gli toglie gran parte del lavoro. Prestazione comunque convincente.