BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ Castagner: Juventus troppo forte, in Italia non ha eguali. Inter indefinita, mentre la Lazio... (esclusiva)

Pubblicazione:sabato 22 dicembre 2012

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

SERIE A, IL PARERE DI ILARIO CASTAGNER (esclusiva) - Il turno di campionato volto ormai al termine ha visto vincere tutte le big in corsa per il titolo, ad eccezione dell'Inter fermata in casa dal Genoa. La Lazio si è imposta a Marassi contro la Sampdoria, portandosi prepotentemente al secondo posto in classifica, il Napoli ha reagito alle critiche passando con un 2-0 a Siena e riprende la sua marcia verso i preliminari di Champions League, parzialmente interrotta dopo la stangata del giudice sportivo che ha comminato due punti di penalizzazione, mentre la Juventus ha battuto sabato il Cagliari in rimonta, arrivando a quota 19 nella speciale classifica dei punti ottenuti nei secondi tempi: un'enormità. Intanto anche la Fiorentina, stravincendo a Palermo, conferma di essere la vera rivelazione del campionato e aggancia l'Inter al terzo posto in classifica. In attesa dell’esito del posticipo tra Roma e Milan (i rossoneri potrebbero effettuare il sorpasso al sesto posto), abbiamo commentato la giornata con Ilario Castagner. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Un’Inter in crisi avrebbe rinunciato allo scudetto, secondo le parole del presidente Moratti. Cosa ne pensa? Credo che lo scudetto non fosse mai stato nelle sue possibilità. C’è una Juventus troppo forte, inattaccabile, superiore a tutte le altre squadre.

Nessuna squadra sarà in grado di disturbare il tragitto bianconero? Credo proprio di no. Tra la formazione di Conte e tutte le altre c'è un abisso, non c'è nessuno in grado  di competere al momento.

Quali sono invece i problemi dei nerazzurri? Soprattutto quello di non avere ancora una squadra ben definita, una squadra che presenti sempre gli stessi uomini in campo, in modo da non cambiare formazione ogni volta. 

C'è una Lazio invece che si sta confermando sempre più ai vertici, come dimostra il successo a Genova con la Sampdoria. La Lazio è una squadra compatta, coriacea, che ha tutti i mezzi e le qualità per poter stare nei quartieri alti della classifica. Forse le servirebbe qualche vittoria in più lontano dall'Olimpico. In ogni caso penso che potrà puntare facilmente ad accedere alla Champions League.

E un Napoli che ha disputato una prova d'orgoglio a Siena, è d'accordo? Ha reagito alle polemiche, alle ultime sconfitte, con questa prova d'orgoglio, con questa vittoria a Siena. Il Napoli sta di diritto tra le squadre che potranno puntare a classificarsi tra le prime di questo campionato.

Male invece gli esordi in panchina di Delio Rossi e Beppe Iachini.


  PAG. SUCC. >