BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOPOLI/ Antonio Giraudo condannato a un anno e otto mesi a Napoli. Assolti gli altri imputati

Pubblicazione:

Antonio Giraudo (Infophoto)  Antonio Giraudo (Infophoto)

CALCIOPOLI: ANTONIO GIRAUDO CONDANNATO ANCHE IN APPELLO - Tutti assolti tranne Antonio Giraudo, condannato a un anno e otto mesi. Questo è il verdetto di Appello emesso verso le 17.30 di questo pomeriggio a Napoli, dove si è concluso il secondo grado del processo penale su Calciopoli. Per l'ex amministratore delegato della Juventus è stato confermato il capo d'accusa riguardante l'associazione a delinquere, ma è caduta l'accusa di esserne uno dei 'promotori', come era nelle richieste dell'accusa. Giraudo è stato inoltre condannato per frode sportiva riguardo alla partita Juventus-Udinese 2-1, mentre sono cadute le accuse per le altre due partite che avevano portato alla condanna di primo grado, che era stata di tre anni: Udinese-Brescia e Roma-Juventus. Per questi motivi la pena è stata ridotta. Le giornata era stata caratterizzata dalle arringhe difensive, dalla replica dell'accusa e dalle controrepliche delle difese, prima che la Corte entrasse in Camera di Consiglio alle 14.50. Erano presenti anche alcuni imputati, fra i quali lo stesso Giraudo.

Sino stati invece assolti gli arbitri Pieri e Dondarini e il presidente dell'associazione arbitri ai tempi di Calciopoli (2004-2005) Tullio Lanese. Inoltre sono state confermate le assoluzioni già pronunciate in primo grado, fra cui quella a Gianluca Rocchi, l'unico direttore di gara ancora in attività che figurava fra gli imputati. Il 14 dicembre 2009 in primo grado erano stati inflitti 2 anni e quattro mesi a Tiziano Pieri, due anni a Tullio Lanese e Paolo Dondarini. Il Procuratore Generale Carmine Esposito è apparso soddisfatto: “E' stata confermata l'associazione a delinquere per Giraudo, questo implica la conferma dell'impianto accusatorio generale. Per ulteriori ragionamenti attendiamo le motivazioni”, ha commentato dopo la lettura della sentenza.

Toni diversi sono invece stati utilizzati dalla difesa di Giraudo. In una nota congiunta, gli avvocati dell'ex dirigente bianconero Krogh e Galasso dichiarano di essere “delusi e sorpresi dalla sentenza odierna; non ci aspettavamo questo epilogo, ora attendiamo le motivazioni riguardo una sentenza avverso alla quale sicuramente ricorreremo. Ribadiamo la completa innocenza del nostro assistito”. In arrivo dunque c'è un ricorso in Cassazione.

Da alcuni degli imputati assolti sono arrivati alcuni commenti, ovviamente soddisfatti. Questa la reazione di Lanese: “Ci speravo, ora mi rilasso per un mese e a gennaio penserò a eventuali azioni da intraprendere dopo quanto passato finora”.


  PAG. SUCC. >