BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TORNEO DI VIAREGGIO/ Donatelli (Genoa): troppo business, ma bisogna credere nei giovani (esclusiva)

Infophoto Infophoto

Sicuramente la Rappresentativa di Serie D è una bellissima realtà, che attira la simpatia di tutti. Anzi, dato che il Genoa ormai è fuori, mi sarebbe piaciuto se fossero stati proprio loro a vincere il torneo. In serie D ci sono molti giovani interessanti, magari in prestito da squadre di categorie superiori, e per loro è un'esperienza molto formativa.

Quest'anno sembra che ci sia più attenzione per i giovani, anche tra le grandi di serie A: può essere il segno di una inversione di tendenza?

Io naturalmente cito con piacere Marchiori e Sampirisi, i due giovani che abbiamo lanciato noi quest'anno in serie A. Il massimo campionato ha costi molto pesanti, la difficile situazione economica potrebbe aiutare le società a decidersi ed osare a lanciare in prima squadra i giovani, e non solo per “passarelle dimostrative” nei minuti finali, ma con una certa stabilità. Mi auguro proprio che ci sia un'inversione di tendenza nella mentalità del calcio italiano.

 

(Mauro Mantegazza)

© Riproduzione Riservata.