BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE B/ Risultati e classifica dopo la ventottesima giornata

Serie B, ventottesima giornata: in attesa dei posticipi (e dei recuperi) vince il Verona, mentre Sassuolo e Pescara pareggiano. In testa proprio la coppia Sassuolo-Verona.

Fulvio Pea (Foto InfoPhoto) Fulvio Pea (Foto InfoPhoto)

Dopo aver superato la metà più fredda di Febbraio è tornata in campo la serie Bwin, con la 28esima giornata. Le temperature, come già sottolineato, sono in ripresa, ma i campi di gioco rimangono comunque in cattive condizioni, causando diversi errori soprattutto sui rettangoli di Verona e Bergamo. Il big match di giornata andava di scena al Braglia di Modena, dove il Sassuolo di Pea ospitava il Varese. La sfida d’alta quota si è però ancorata sullo 0-0. Dopo i recenti elogi reciproci di Pea e Maran, le due squadre danno vita ad una partita abbastanza monotona. La noia scompare nell’ultiimo quarto d’ora, quando si rischia di più e le occasioni fioccano da entrambe le parti. La più clamorosa capita a Nadarevic, ma il suo colpo di testa trova prima i guanti di Pomini e poi la traversa a impedire il vantaggio. Il Pescara di Zeman, invece, non riesce ad approfittare del turno favorevole, pareggiando a Bergamo contro l’AlbinoLeffe. Nel primo tempo i Delfini trovano il gol a causa di una “papera” di Offredi, sfruttata a pieno dal capocannoniere Immobile. Nel secondo tempo, però, una colossale disattenzione dei due centrali difensivi  regala il pareggio a Cocco. I seriani rimangano a galla in piena corsa per la salvezza. All’Euganeo di Padova i padroni di casa non riescono ad imporsi sull’Empoli. I toscani rompono gli indugi grazie alla rete di Maccarone. Ma Cuffa con un gioiello dai 30 metri riesce a trovare il pareggio. L’unico a compiere un sostanziale passo in avanti in zona play off è il Verona di Mandorlini, che supera per 1-0 il Gubbio. Basta una rete dell’argentino Gomez Taleb, lesto a sfruttare un errore in disimpegno della retroguardia umbra. A Livorno, invece, si rivede il Bari di Torrente, che si impone per 1-2. Il tecnico biancorosso dopo le dichiarazioni settimanali raccoglie tre punti su un campo difficile grazie ad una prestazione positiva dei suoi: i Galletti partono forte con le reti di Garofalo e Forestieri. Al 40esimo Paulinho riapre il match, ma nel secondo tempo i pugliesi resistono alla pressione livornese nonostante l’espulsione di Ceppitelli. Al Menti di Vicenza, il Crotone strappa un punto. Succede tutto a inizio secondo tempo: prima il neo-entrato Paolucci porta in vantaggio gli uomini di Cagni, ma dopo un paio di minuti Florenzi risponde a tono. Brescia-Modena produce uno 0-0 senza note, ma con una storica curiosità. Infatti il portiere di casa, Arcari, entra nella storia bresciana, allungando la sua imbattibilità a poco più di 700 minuti. Nella zona bassa di classifica, l’Ascoli crolla in casa contro il Grosseto sotto i colpi di Alfageme. Una sua doppietta mette in cassaforte tre punti preziosi per i toscani. La Nocerina, sempre più fanalino di coda, perde in casa contro il Cittadella. La rete a freddo firmata da Di Roberto risulta decisiva, così come gli interventi di Cordaz. In attesa di Juve Stabia–Reggina (stasera alle 18) e Torino–Sampdoria (lunedì alle 20.45), la classifica non mutua granchè: la vittoria dell’Hellas porta gli scaligeri in testa alla classifica in coabitazione con il Sassuolo, mentre il Bari di Torrente insidia la zona play off portandosi al settimo posto, anche se a 6 punti dal Varese, sesto in classifica. Per il resto situazioni immutate in zona play off e play out.