BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AMICHEVOLE UNDER 21/ Francia-Italia (1-1): la cronaca e il tabellino

Pubblicazione:

Ciro Ferrara, commissario tecnico Italia under 21 (Infophoto)  Ciro Ferrara, commissario tecnico Italia under 21 (Infophoto)

LA CRONACA E IL TABELLINO DI FRANCIA-ITALIA (RISULTATO: 1-1): AMICHEVOLE UNDER 21 – Bella partita a Cannes tra le selezioni Under 21 di Francia e Italia. Gli azzurrini mostrano un gran carattere ed impattano per 1-1 contro l'impressionante selezione di Mombaerts. Paloschi risponde al vantaggio francese firmato Lacazette ed evita la seconda sconfitta della gestione Ferrara.

SINTESI PRIMO TEMPO – Contro l'unica difesa ancora imbattuta nelle qualificazioni agli europei di Israele 2013, i giovani azzurri si presentano privi di Marrone e Borini (promosso in nazionale maggiore), lanciando Verratti all'esordio e proponendo il tridente composto da Insigne, Gabbiadini e Destro. La scelta di Ferrara è chiara, colpire la Francia negli spazi confidando sulla rapidità e le capacità podistiche dei suoi centravanti; alla mancanza di un punto di riferimento centrale si sostituisce così il frenetico moto sulla trequarti avversaria, dato dal continuo alternarsi delle posizioni lì davanti. Il risultato è ben presto lampante, la nazionale azzurra splendida e lucida quando si tratta di trasformare l'azione da difensiva in offensiva, finisce puntualmente per squagliarsi nei pressi della sedici metri avversaria. Costretta a scontrarsi con frustrante puntualità sul muro eretto dall'impressionante coppia Varenne-Isimat-Mirinn. L'occasione più limpida per gli azzurrini capita sui piedi di Gabbiadini che, ben imbeccato da Verratti, aggira l'uscita di Ahamada ma si vede respingere sulla linea la conclusione da posizione defilatissima. Di tutt'altra concretezza è allora la Francia che alla primissima occasione passa. La difesa italiana si fa attirare troppo dal pallone e lascia tutto solo Lacazette, per l'attaccante francese è così un gioco da ragazzi trasformare il perfetto cross di Kakuta nelle rete che sblocca l'incontro. All'immeritato svantaggio, la selezione di Ferrara prova a rispondere immediatamente, ma il pareggio non arriva per una questione di millimetri. Prima Destro viene anticipato di un soffio al momento del tap in, poi Ahamada deve ancora ergersi a protagonista uscendo alla disperata sino alla trequarti e mandando tutti negli spogliatoi con il vantaggio francese.

SINTESI SECONDO TEMPO – Già ad inizio ripresa parte la girandola di cambi tipica della amichevoli tra nazionali. L'Italia lancia El Shaarawy e Donati, ma sembra essere in balia dei transalpini, poi sale in cattedra Florenzi che diventa una scheggia impazzita all'interno dei radar difensivi francesi. Il preludio al pareggio è un'altro salvataggio sulla linea di Corchia a stroncare l'ennesima grande azione del centrocampista in forza al Crotone. La rete è però nell'area e si concretizza al minuto 23 quando il neo entrato Paloschi, inchioda Ahamada con un impressionante colpo di testa. L'assist è neanche a dirlo del solito gioiellino romano Florenzi che, nei secondi 45 minuti di gioco, non viene mai fermato. L'onda lunga del pareggio appena ottenuto fa vivere una grande fase alla selezione azzurra. Insigne ed El Shaarawy hanno le palle buone per ribaltare definitivamente il punteggio; di riffa o di raffa, però, la Francia si tiene in piedi e risponde confidando sull'estro di Lacazette, incubo costante per la coppia di centrali Caldirola-Crescenzi. La vittoria sarebbe però effettivamente troppo, al triplice fischio ci si dovrà accontentare di un pareggio che, tutto sommato, non scontenta nessuno e della piacevole sensazione di un futuro non così disastroso come vorrebbe farci credere.


  PAG. SUCC. >