BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Roma-Inter (4-0): i voti, la cronaca e il tabellino (ventiduesima giornata)

Roma quattro, Inter zero. Punto. Nella migliore partita disputata in questa stagione, i giallorossi di Luis Enrique travolgono i nerazzurri guidati dal tecnico capitolino Claudio Ranieri

Fabio Borini, protagonista della giornata (Infophoto) Fabio Borini, protagonista della giornata (Infophoto)

Roma 4, Inter 0. Punto. Nella migliore partita disputata in questa stagione, i giallorossi di Luis Enrique travolgono i nerazzurri guidati dal tecnico capitolino Claudio Ranieri, che certamente ricorderà per un bel po’ di tempo questo suo rientro allo stadio Olimpico di Roma. L’Inter comincia la gara senza aggressività, carattere e grinta, e la porterà avanti in questo modo fino al 92 minuto. La Roma invece è viva e spregiudicata fin dal primo minuto ed è brava a non abbassare mai la guardia, neanche dopo aver accumulato tre reti di vantaggio. E con la Lazio sconfitta a Genoa e l’Udinese travolta dalla Fiorentina, i giallorossi possono davvero ritenersi soddisfatti. Per loro una domenica da ricordare.

La partita comincia e fin da subito si capisce che la Roma è decisa a fare suo il gioco: i giallorossi tengono palla e costruiscono occasioni in fase offensiva cercando sempre di mantenere il possesso della sfera mentre l’Inter, comunque tranquilla, sembra attendere la squadra avversaria per poi attaccarla nel momento giusto. Invece è la Roma a passare, dopo diverse azioni in cui Julio Cesar prova a mettere qualche pezza mandando un tiro di Lamela in calcio d’angolo. Sullo sviluppo di questo, è proprio Lamela a mettere in mezzo dove un solitari Juan stacca e colpisce violentemente il pallone non lasciando speranza a Julio Cesar. Roma in vantaggio e stadio Olimpico in delirio. L’Inter riparte e la partita prende la solita piega: Roma con la palla tra i piedi e Inter in attesa di un qualcosa che però ancora stenta ad arrivare. I nerazzurri cominciano a prendere un po’ di coraggio, cominciano a costruire gioco e si affacciano nella metà campo avversaria, in particolare con Pazzini e Milito che però non sembrano ancora trovare la giusta coordinazione nei passaggi e nei movimenti. Poi, al minuto 42 della prima frazione, proprio quando l’Inter cominciava a farsi leggermente più pericolosa, è la Roma ad affondare il colpo e a trovare il doppio vantaggio con Borini che, entrato in area, lascia partire un destro su cui il portiere nerazzurro non può fare niente. Dopo un minuto di recupero, l’arbitro Andrea De Marco manda tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa Ranieri mette Cordoba e toglie Pazzini per dare più sostanza al centrocampo, ma è ancora una volta Julio Cesar a dover raccogliere la palla nella sua rete: Juan lancia lungo pescando Borini sul filo dell’offside, ma in posizione perfettamente regolare. Stop del giallorosso, controllo, e destro a incrociare su cui il portiere nerazzurro non può nulla. L’Inter ha finito praticamente di giocare, mentre la Roma cerca di mantenere il possesso in attesa del novantesimo. Allo scadere anche Bojan si rende protagonista, con un dribbling tra quattro difensori avversari, un po’ di fortuna, tanta grinta, e un tiro che ancora una volta buca Julio Cesar, in giornata davvero no. Finisce così dopo due minuti di recupero. Roma 4, Inter 0. Punto.