BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Roma-Inter (4-0): i voti, la cronaca e il tabellino (ventiduesima giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

PAGELLE

ROMA:

Stekelenburg 6.5 – Il portiere della Roma rientra negli spogliatoi e non si fa neanche la doccia. Verso la sua porta non è stato calciato praticamente neanche un tiro, ma per il resto fa il suo dovere.  

Taddei 6,5 – Grintoso, gestisce bene il pallone sulla sinistra senza quegli errori che qualche volta caratterizzano le sue prestazioni. Convinto e deciso dal primo all’ultimo minuto.


Juan 7 – Lasciato da solo, bate Julio Cesar con un bel colpo di testa, mentre per il resto della gara è protagonista di un’ottima prestazione.


Heinze 6,5 – La sua esperienza regala tranquillità e sicurezza a tutto il reparto difensivo, e se la Roma appare più sicura e aggressiva è anche merito suo.

Jose Angel 6 – Bene, ma non troppo. Il ragazzo deve ancora riprendersi dopo pafrtite da dimenticare, ma la sufficienza è forse più per Luis Enrique che ancora crede in lui.


Gago 6 – Sufficienza strappata per lo stupendo assist per Borini, ma partita sottotono. Viene poi sostituito da Simplicio (s.v.) al 25 minuto della ripresa.


De Rossi 6,5 – Si conferma sempre più Capitan Futuro. Se c’è la Roma vince, se non c’è la squadra cala vistosamente. Fondamentale.  

Pjanic 7 – Sempre pericoloso e aggressivo, riesce però a confezionare delle vere e proprie perle ai suoi compagni. Oggi offre un assist a Borin che è un capolavoro.

 
Lamela 7- Il ragazzo sta dimostrando partita dopo partita il suo vero valore, che ancora sembra non avere limiti. In futuro potrà rivelarsi davvero fondamentale.

Borini 8 – Se a 21 anni fai una doppietta in casa contro l’Inter, questo è il voto che meriti. Distrugge da solo la retroguardia nerazzurra e umilia Julio Cesar bucandolo due volte. A fine gara Luis Enrique gli regala la standing ovation. Tutti in piedi per lui. (Piscitella 6 – Ottimo esordio per lui, regala anche l’assist per il gol finale di Bojan)

Totti 7 – Sarà avanti con l’età e non avrà anche la stessa forma di qualche anno fa, ma Totti sta davvero dimostrando di essere in forma e di essere sempre più utile alla squadra. Unico.

Luis Enrique 7 – Mette in campo una bella squadra motivata e una volta raggiunto il vantaggio fa quei cambi giusti che mantengono il livello alto e non fanno indietreggiare troppo la squadra. Il progetto sta prendendo forma.




< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >