BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SERIE A/ Una domenica senza calcio "spalmabile" non ci riporta ai tempi di Rocco

Un contrasto di gioco (Foto: Infophoto)Un contrasto di gioco (Foto: Infophoto)

Il surrogato televisivo stempera tutto questo e ti fa vedere uno spettacolo dove c'è innanziutto il gol e una serie di chiacchiere. E' evidente che preferiresti il “caffé vero” e non il surrogato che usavi ai tempi della guerra. Ma detto questo, l'abitudine e la comodità vincono sempre. Alla fine di affezioni non solo al surrogato, ma anche al “surrogato” spalmato il sabato, la domenica e soprattutto la domenica sera. La partita televisiva della domenica sera è il conforto di fronte alle verità del “Sabato del villaggio” di Giacomo Leopardi e evita omeriche liti familiari, prima dell'inizio di una nuova settimana all'insegna dello spread e delle dichiarazioni del nuovo presidente del Consiglio, Mario Monti. 
Per cui, nessun rimpianto, in questo mondo di surrogati permanenti, il surrogato calcistico spalmato, tutto sommato, è ancora il più accettabile. Alimenta il qualunquismo calcistico, è vero, ma di fronte a quello che si sta vedendo in giro per il mondo e soprattutto tra tutti i surrogati televisivi, è il minore dei mali.

© Riproduzione Riservata.