BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SERIE B/ I risultati e la classifica della trentesima giornata aspettando Bari Reggina e Torino-Verona

I risultati e la classifica della trentesima giornata di Serie B aspettando Bari-Reggina (domenica) e Torino-Verona (lunedì). Leggi le sintesi delle partite di oggi

Zdenek Zeman (Infophoto) Zdenek Zeman (Infophoto)

Cittadella-Pescara 1-2: è la partita che avrebbe dato, in caso di vittoria degli ospiti, una nuova capolista a questo campionato. E la vittoria è arrivata, seppur non senza difficoltà: il Pescara va sotto al 13' del primo tempo, grazie alla rete di Busellato, che appoggia il pallone in rete su assist splendido di Maah, dopo una straordinaria discesa di quest'ultimo sulla fascia sinistra. Gli uomini di Zeman faticano a reagire, e non riescono a produrre il bel gioco che li contraddistingue; tuttavia il tasso tecnico dei singoli fa la differenza, e al 28' Sansovini, servito da Insigne, lascia partire un mancino a giro da posizione defilata sul limite dell'area che si infila nel sette alle spalle di un immobile e senz'altro incolpevole Cordaz. Dopo un'apertura di ripresa equilibrata, il Pescara trova il gol al 22' con una splendida conclusione di Insigne che va a togliere le ragnatele dall'incrocio dei pali della porta difesa dal povero Cordaz, che si è visto segnare due capolavori senza possibilità di scampo. In conclusione, si può dire che gli uomini di Zeman ottengano il massimo risultato con il minimo sforzo: Pescara capolista a quota 61 punti

Livorno-Albinoleffe 4-1: Livorno in scioltezza sull'Albinoleffe, 4-1 che non ammette possibilità di replica. La doppietta di Paulinho e il gol di Siligardi chiudono la partita già nel primo tempo, fissando il punteggio sul 3-0. Nella ripresa Dionisi cala il poker, e negli ultimi minuti c'è spazio anche per il gol della bandiera messo a segno da Belotti. Livorno consolida la sua posizione a metà classifica, l'Albinoleffe sempre più invischiata nella lotta per non retrocedere

Vicenza-Grosseto 0-1: sconfitta interna che pesa parecchio per il Vicenza, che si ritrova ora a una sola lunghezza dalla zona play-out. Il gol partita è una splendida conclusione a giro sul secondo palo di Alfageme, che lancia il Grosseto a quota 40 punti, che vogliono dire tranquillità assoluta per quanto riguarda la zona retrocessione e forse anche qualcosa in più

Ascoli-Juve Stabia 0-0: pareggio che significa poco per la Juve Stabia, serena a metà classifica coi suoi 38 punti, ma pesa molto per l'Ascoli, che perde un'occasione per conquistare tre punti che varrebbero come ossigeno vista la sua situazione di classifica. In piena zona retrocessione, coi suoi 25 punti l'Ascoli, appaiata all'Albinoleffe, è a meno tre dai play-out e, come se non bastasse, vede avvicinarsi pericolosamente la Nocerina, data per spacciata fino a poche giornate fa', ma che, con la vittoria odierna, si rifà sotto, movimentando maggiormente il discorso retrocessione

Varese-Empoli 0-1: è il risultato meno atteso di questa 30a giornata. Vincendo, il Varese avrebbe scavalcato il Padova, in attesa dei posticipi, e consolidato la sua posizione in zona play-off. Con questa sconfitta, invece, potrebbe venire raggiunto dal Brescia, impegnato alle 18.00 nel posticipo contro il Padova, e vedere minacciata la sua sesta posizione, fondamentale in chiave spareggi. La rete di Stovini in chiusura di primo tempo è oro colato per l'Empoli, che rialza un poco la testa dalle sabbie mobili e può tornare a respirare, almeno per questa giornata: la salvezza è ancora a un punto, ma con questa vittoria esterna su un campo così difficile la squadra ha ritrovato i tre punti  e soprattutto morale, carburante fondamentale per lo sprint finale che potrebbe significare permanenza nella Serie

Crotone-Modena 2-2: scontro diretto in chiave salvezza, in palio punti importanti per allontanarsi dalla zona play-out. Un pareggio che vuol dire poco per entrambe, in particolare per il Crotone, pericolosamente fermo a quota 30 punti, solamente a due lunghezze dalla quintultima posizione. Il Modena era passato in vantaggio con la rete di Di Gennaro, ma era stato poi raggiunto e scavalcato dai padroni di casa grazie all'autorete di Perticone e al gol di Caetano. A metà ripresa la doppietta di Di Gennaro fissa il risultato sul definitivo 2-2 

Sassuolo-Sampdoria 0-0: è il big match del pomeriggio, che vede una novellina affrontare una grande del nostro calcio per fama e per storia, con la particolarità che era proprio la novellina ad avere tra le mani la possibilità di portarsi in seconda posizione in classifica. Il pareggio finale sta stretto un po' ad entrambe: il Sassuolo che ci sperava nell'aggancio al Torino a quota 59 punti, la Sampdoria che a sua volta sperava di portarsi a una sola lunghezza dalla zona play-off, tanto desiderata e attesa dai pronostici di inizio stagione, tanto ardua da raggiungere dai verdetti che il campo ha pronunciato fino a questo momento  

Nocerina-Gubbio 2-1: sfida molto importante in chiave salvezza, soprattutto visto il risultato finale. In caso di sconfitta, la Nocerina sarebbe definitivamente sprofondata nell'abisso, dal momento che si sarebbe trovata a ben sei lunghezze dalla penultima. Data la preziosissima vittoria, si rifà sotto con prepotenza, portandosi a meno tre dall'accoppiata Ascoli-Albinoleffe, e riaprendo senza alcun dubbio il discorso retrocessione. Il vantaggio dei padroni di casa con Negro è stato compensato dalla rete di Lofquist nella ripresa; e proprio quando la partita sembrava non avere più niente da dire, al terzo dei cinque minuti di recupero concessi dall'arbitro, Merino, con un tiro al volo formidabile dalla lunghissima distanza, regala la vittoria ai suoi facendo impazzire di gioia compagni, allenatore e tifosi. Il responso del campo: la Nocerina è ancora viva!