BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ Zoff: tanti portieri di livello in Italia. Buffon il numero uno e per il futuro... (esclusiva)

Pubblicazione:lunedì 19 marzo 2012

Dino Zoff, ex portiere e CT della nazionale (Infophoto) Dino Zoff, ex portiere e CT della nazionale (Infophoto)

Non lo so, dipenderà molto dal campionato... Vedremo.

Senza fare nomi allora, alle spalle di Buffon meglio i giovani o andare sull'usato sicuro?

Serve un giusto mix, solitamente alle spalle del titolare si porta uno di fiducia e poi, come terzo, un giovane su cui si punta per il futuro. Poi ripeto, molto dipenderà da quello che faranno da qui alla fine della stagione.

Sorprendenti invece Pegolo e Benassi, partiti come secondi ed ora protagonisti rispettivamente a Siena e Lecce…

Indubbiamente stanno facendo bene, non sono molto giovani ma stanno facendo bene.

In questo senso può esser letta come l'ennesima conferma dell'anomalia del ruolo di portiere. La consacrazione può arrivare anche più in là con gli anni...

Può essere una chiave di lettura, anche se quelli bravi possono emergere anche da giovanissimi.

Per quanto riguarda i talenti della B, invece, sono davvero tanti i prospetti interessanti; su chi punterebbe per il futuro?

Ci sono diversi giovani interessanti. La Juve Stabia ha sicuramente due ottimi portieri con Seculin e Colombi, ma sono davvero tanti e non conoscendoli bene tutti preferisco non dare giudizi.

Cosa ne pensa dei portieri stranieri: Handanovic, Boruc, Stekelemburg? Conviene davvero puntare sugli stranieri o la scuola italiana resta la migliore?

I tre che hai citato stanno facendo indubbiamente bene. Credo che si tratti di ottimi portieri. Non penso sia una questione di nazionalità. Se sono bravi non vedo perché le società non dovrebbero puntare su di loro. Ormai viviamo in un mondo globalizzato.


(Massimiliano de Cesare)

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.