BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA/ Ascoli-Pescara live (2-0 p.t.): la partita in temporeale

Ascoli-Pescara chiude il primo tempo sul punteggio di due a zero per i padroni di casa. Partita nettamente di marca ascolana, il Pescara reagirà? La diretta di Ascoli-Pescara live

Zdenek Zeman (Infophoto) Zdenek Zeman (Infophoto)

Ascoli-Pescara va al riposo sul 2-1. Risultato forse un po' a sorpresa allo stadio “Del Duca” di Ascoli, dove i bianconeri padroni di casa conducono alla fine del primo tempo contro il Pescara di Zdenek Zeman. Vantaggio sostanzialmente giusto, perchè gli abruzzesi non sono mai riusciti a trovare le contromisure adeguate ai temibili contropiedi dei marchigiani, che avrebbero addirittura potuto segnare più reti. Bisogna anche dire che è stato quasi sempre il Pescara a condurre il gioco, ma questo predominio è stato decisamente sterile, con una sola occasione davvero rilevante. Il Pescara paga l'assenza di Immobile. L'Ascoli parte meglio, preannunciando quello che sarà, e impegna due volte Anania nei primi minuti di gioco, anche se non si tratta di conclusioni particolarmente insidiose. Poi il Pescara prende il controllo delle operazioni, ma è un predominio improduttivo e povero di idee, fatto salvo un pezzo di bravura di Insigne che sfiora il palo con una semirovesciata. Subito dopo questo brivido, però, l'Ascoli si porta in vantaggio: lancio di Sbaffo, Soncin se ne va e arriva da solo davanti ad Anania. Qui – con grande altruismo – appoggia per l'accorrente Papa Waigo, che deve solo depositare in rete. Sbaffo, Soncin e Papa Waigo sono immarcabili per il Pescara, che può solo aggrapparsi ad un dubbio di fuorigioco (ma è davvero questione di millimetri). Per l'Ascoli ci sono altre occasioni, e il 2-0 arriva con un'altra ripartenza micidiale: Soncin è in fuorigioco, ma si disinteressa e la palla giunge a Sbaffo, che in velocità evita pure Anania. Il suo tiro da posizione defilata finisce sul palo, ma la palla rimbalza su Zanon e finisce in rete: 2-0 (autorete, il tocco di Zanon arriva dopo il palo, quando la palla tornava verso il campo). Altri contropiedi per l'Ascoli, su cui il Pescara si salva in affanno, mentre per gli ospiti da segnalarte solo alcune isolate iniziative di Insigne. 

ASCOLI VOTO 7 – Partita praticamente perfetta nel primo tempo per la squadra di Silva: difesa attenta che rende inutile la supremazia territoriale avversaria e contropiede micidiale in varie occasioni, con Sbaffo, Soncin e Papa Waigo scatenati.
MIGLIORI IN CAMPO ASCOLI: SBAFFO, SONCIN E PAPA WAIGO VOTO 7 – Tre spine nel fianco per l'allegra difesa ospite.
PESCARA VOTO 5,5 – Controlla quasi sempre il gioco, questo è vero, ma in attacco produce ben poco e in difesa balla in modo davvero inquietante.
MIGLIORE IN CAMPO PESCARA: INSIGNE VOTO 6,5 – Lui c'è sempre.