BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOSCOMMESSE/ Mentana-shock: arresti tra giocatori di Serie A entro 48 ore, ma i nomi…

Pubblicazione:

Enrico Mentana (Foto: Infophoto)  Enrico Mentana (Foto: Infophoto)

CALCIOSCOMMESSE: MENTANA, ARRESTI TRA GIOCATORI DI SERIE A ENTRO 48 ORE - I nomi dei giocatori di Serie A coinvolti nella nuova ondata di arresti del calcioscommesse (e delle squadre di club in cui militano, o militavano) non li scopriremo stasera. Ci vorranno almeno ventiquattro/quarantotto ore, almeno secondo il direttore del telegiornale di La7 Enrico Mentana. Stasera infatti l'annuncio-schock: ci saranno presto altri arresti legati alla vicenda del calcioscommesse e coinvolgeranno anche giocatori "del massimo campionato". Che qualcosa di importante bollisse in pentola nell'ambito della oramai famosa inchiesta degli "zingari" del calcioscommesse lo si era capito negli ultimi giorni e soprattutto nelle ultime ore quando si è avuta notizia del fatto che due degli "zingari" coninvolti nello scandalo, Vinko Saka e Alija Ribic, di nazionalità croata e coinvolti nell'inchiesta della procura di Cremona sul calcioscommesse si sono consegnati appena sbarcati ad Ancona da una nave proveniente dalla ex-Jugoslavia. Per ora sono solo questi i nomi delle persone sicuramente finite in manette, per i nomi dei giocatori invece - almeno secondo il direttore Enrico Mentana - ci sarà da aspettare, anche se non molto. Il Gip Guido Salvini aveva emesso un'ordinanza di cusodia per Vinko Saka e Alija Ribic già a giugno 2011, come persone coinvolte nelle combine delle partite. Oggi i due si sono consegnati nelle mani della polizia. La notizia bomba in ogni caso - e chissà forse se corroborata e magari provocata dalle dichiarazioni di questi due superindagati - è quella che ha dato Enrico Mentana nel tg della sera, proprio mentre in Champions League il Milan calca il terreno di San Siro con il Barcellona, per una delle partite sicuramente più prestigiose del calcio europeo, il calcio italiano vive di nuovo l'incubo del calcioscommesse che getta discredito e fango sui risultati sportivi di una Serie A già povera di risorse finanziarie e che ora rischia di impoverirsi anche a livello di credibilità e prestigio. Nel pomeriggio era intervenuto anche il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete che - a margine di un premio assegnato all'allenatore del Napoli Walter Mazzarri - aveva espresso preoccupazione e ribadito la massima attenzione della procura federale e ha ribadito le date dell'audizioe di Dainelli, Milanetto, Mauri e Brocchi e se si accerteranno responsabilità (non necessariamente di questi giocatori) si potrà procedere ai deferimenti. "È un momento complesso - ha aggiunto - e l'indagine della procura federale non si esaurirà con l'approfondimento in corso, dato che la stessa procura Figc è ancora in attesa dei documenti dalla procura di Bari".



  PAG. SUCC. >