BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Bologna-Genoa (3-2): i voti, la cronaca, il tabellino (35esima giornata di Serie A)

Gaston Ramirez (Infophoto) Gaston Ramirez (Infophoto)

GENOA:

 

Frey 5,5: incolpevole in occasione dei gol di Portanova e di Garics, avrebbe potuto respingere meglio il tiro di Di Vaio evitando che finisse tra i piedi di Ramirez in occasione del secondo gol del Bologna.
Mesto 6,5: fa spesso su e giù sulla fascia e mette in mezzo molti buoni cross per i compagni. Suo è cross che fornisce l’assist per Rossi in occasione del gol di Palacio.

Granqvist 5,5: molta grinta nel primo tempo, si spegne nella ripresa, in balia delle iniziative dei trequartisti e degli inserimenti dei centrocampisti avversari.

Kaladze 5,5: in difficoltà sulle iniziative avversarie, soprattutto nella prima frazione di gara. Colpisce una traversa di testa sul punteggio di 2-0.

Moretti 4,5: non pervenuto sul campo. Non si spinge mai in avanti sulla fascia, né è efficace in fase di copertura. Prestazione da dimenticare.

Rossi 5: come al solito ci mette l’anima e il cuore, ma questa volta la sua corsa non è ben indirizzata: in poche parole, corre molto, ma male.

Kucka 6,5: è il migliore del suo centrocampo, si inserisce sempre nello spazio offrendo una soluzione preziosa ai suoi compagni. Sul punteggio di 3-2, sfiora il pareggio colpendo di testa su corner di Jorquera. Solo uno strepitoso colpo di reni di Agliardi gli nega la gioia del gol
Belluschi 5,5: un paio di conclusioni da fuori area e poco altro. Non è incisivo, molto di più lo sarà Jorquera, subentratogli nella ripresa.

Birsa 5: si vede poco nel primo tempo, a parte un pressing forsennato nei primi minuti. Sostituito nell’intervallo da Biondini.

Sculli 6: la sufficienza è per la grinta e per il cuore messo in campo dal giocatore, non certo per la pericolosità sotto porta o per il numero di occasioni create.

Palacio 7: è il migliore dei suoi, come spesso accade. È un giocatore di una classe superiore, un vero fuoriclasse, che meriterebbe di lottare per ben altro che per non retrocedere. Grande incornata di testa che firma il gol del 2-1, grandissima iniziativa palla al piede per quaranta metri e assist a Jorquera in occasione del secondo gol del Genoa.

Biondini 5: subentrato a Birsa nell’intervallo, non fa nulla più di quanto fatto dal suo compagno, cioè poco o niente.

Ze Eduardo s.v.: subentrato nel finale a Rossi.

Jorquera 7: subentrato a Belluschi nella ripresa, grandissimo impatto sulla partita. Firma il secondo gol del Genoa con un bella conclusione forte e piazzata che sorprende Agliardi sul suo palo. Mette in mezzo nel finale anche un paio di corner su cui Kucka prima, Sculli poi, sfiorano il gol del pareggio.

De Canio 6: quel che può fare, non lo fa male. Azzecca il cambio Belluschi-Jorquera che cambia la partita del Genoa e riaccende il finale di partita.

© Riproduzione Riservata.