BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOSCOMMESSE/ L'avvocato: vi spiego perché hanno arrestato Mauri e Milanetto e hanno perquisito la casa di Conte (esclusiva)

L'avvocato MATTEO POZZI, esperto di giustizia sportiva, commenta le ultime novità del calcioscommesse, che hanno portato a nuovi arresti (tra cui Conte e Milanetto) e nuovi indagati.

Stefano Mauri è stato arrestato stamattina (Infophoto)Stefano Mauri è stato arrestato stamattina (Infophoto)

Nuovi arresti e indagati. Stefano Mauri e Omar Milanetto in manette, Domenico Criscito fuori dagli Europei, Antonio Conte indagato (per fare i nomi più illustri): la giornata di oggi è caldissima per quanto riguarda il calcioscommesse (clicca qui per leggere la notizia). Per capire meglio qual è la situazione in questo momento e come potrà evolversi la situazione, abbiamo contattato Matteo Pozzi, avvocato specializzato in giustizia sportiva. Intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Come possiamo commentare queste ultime novità nelle indagini e gli arresti?

Questa è l'indagine penale, il filone che è stato avviato dalla giustizia ordinaria in base al reato di associazione a delinquere volta alla frode sportiva, che è un reato previsto dalle leggi dello Stato. Quindi per quanto riguarda gli eventuali provvedimenti sportivi bisognerà attendere l'acquisizione di tutto quanto raccolto durante le indagini della Magistratura, che sarà trasmesso alla Procura sportiva, la quale poi procederà ad aprire i fascicoli, operare i deferimenti e tutto quanto sarà necessario.

Quindi qual è la situazione in questo momento?

Per ora siamo davanti ad arresti, cioè atti di custodia cautelari, che ovviamente non potrebbero essere decisi da un giudice sportivo. Per ora è attiva la giustizia ordinaria che sta indagando su reati volti alla frode sportiva, cioè all'alterazione di risultati sportivi per conseguire un vantaggio economico con le scommesse. Dunque la giustizia sportiva, che è ovviamente già attiva ma soprattutto per il cosiddetto “primo filone” di indagini (quello che ha già portato alle penalizzazioni comminate in questa stagione NdR), per questi ultimi aspetti si muoverà prossimamente.

Possiamo già avanzare delle ipotesi sulle conseguenze di quanto sta accadendo?

Non possiamo fare ipotesi, anche perchè – è bene ribadirlo – chi è indagato non è automaticamente colpevole. L'avviso di garanzia informa una persona che si sta indagando su di lui e gli permette di nominare un avvocato difensore e di accedere agli atti. La colpevolezza si accerta nelle aule di tribunale, dopo il dibattimento tra accusa e difesa e il giudizio dei giudici. A maggior ragione visto che si sta parlando di giustizia ordinaria...

Degli elementi però esistono, purtroppo...