BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE A/ Paparesta: quanti errori in Inter-Milan, per gli arbitri è un'annata da dimenticare... (esclusiva)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Gianluca Paparesta, ex-arbitro (Infophoto)  Gianluca Paparesta, ex-arbitro (Infophoto)

Qui è una decisione che credo non abbia preso nemmeno l'arbitro. Io ero allo stadio e Rizzoli mi ha dato la sensazione di essere in confusione. In questo caso penso che sia stata decisiva la segnalazione dell'assistente. Il braccio di Nesta era evidentemente largo, ma mi trovo in difficoltà nell'ammettere che fosse rigore. Bisogna ricordare che il requisito unico è la volontarietà. Non capisco come un giocatore distante venti centimetri possa avere il tempo per alzare il braccio e andare ad intercettare il pallone. Chiaramente il braccio occupava più spazio, ma avviene in una dinamica di corsa e quindi la decisione lascia più di un dubbio.

È un problema del regolamento?

Il problema è che il regolamento lascia la libera interpretazione all'arbitro. Noi dobbiamo solo cercare di sforzarci di capire se c'è, o meno, la volontarietà del giocatore. In quel caso Nesta si approccia a braccia larghe, però nella dinamica dell'azione era inimmaginabile che Pazzini girasse il pallone di testa in quella maniera. Inoltre, ripeto, il difendente era a solo venti centimetri di distanza e non aveva il tempo materiale per alzare il braccio. Il requisito della volontarietà, in questo caso, non sussiste.

Anche a Trieste però il Gol di Vucinic pare viziato da una posizione di fuorigioco…

A Trieste il discorso è un po' diverso, perché ci troviamo di fronte ad un caso limite. L'assistente ha fatto bene a lasciar correre perché se il fuorigioco c'era, era millimetrico e difficile da scorgere per l'occhio umano. Se ci basiamo sulle immagini della televisione, tirando una riga sul campo, vediamo che una parte del corpo di Vucinic si trova dietro al penultimo difendente, però in questo caso è un errore più giustificabile, comparabile al gol/non gol di Cambiasso. Non stiamo parlando di fuorigiochi macroscopici come quelli osservati in altre giornate.

Polemiche anche per un contatto tra Cossu e Chiellini con ammonizione del fantasista cagliaritano per simulazione. Come lo valuta quest'episodio? 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >