BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOSCOMMESSE/ Atalanta, Novara e Siena coinvolte nei primi deferimenti

Il procuratore federale Stefano Palazzi ha firmato i deferimenti per il calcioscommesse che verranno notificati domani. Coinvolte anche Atalanta, Siena e Novara per la scorsa serie B.

InfophotoInfophoto

Ieri il presidente della Figc Giancarlo Abete aveva annunciato i deferimenti, e oggi puntuale Stefano Palazzi ha agito. Il Procuratore Federale ha definito e firmato i deferimenti che si riferiscono alla prima parte dell’inchiesta giudiziaria della Procura della Repubblica di Cremona per il Calcioscommesse. Insomma, tanto per fare un po' di chiarezza in questa vicenda sempre più complicata: non fanno parte di questi provvedimenti le partite che sono emerse negli ultimi tempi, su tutte l'ormai famigerato derby pugliese Bari-Lecce dello scorso maggio. Quindi di novità ce ne saranno ancora davvero tante, i numeri non lasciano speranze a questo proposito. Nella giornata di domani saranno effettuate le notifiche alle parti e la Figc renderà noto il contenuto del provvedimento. I deferimenti giungono in base al lavoro degli inquirenti guidati da Palazzi e riguarderanno 33 partite (con esattezza 29 di Campionati di Serie B di varie stagioni sportive, 2 di due differenti edizioni della Coppa Italia, 2 di Coppa Italia della Lega PRO nella stagione sportiva 2010/2011), 22 società e 61 persone (52 calciatori in attività, 2 ex calciatori, 4 dirigenti o collaboratori di Società, 3 tecnici di cui 2 in attività al momento delle rispettive contestazioni). E tutto questo – lo ricordiamo – è solo la prima tranche. Palazzi e la Procura di Cremona aspettano che la serie A sia terminata prima di completare il quadro accusatorio, ma in questo primo troncone saranno inevitabilmente coinvolte le squadre dello scorso campionato di serie B, cioè sicuramente Atalanta e Novara e molto probabilmente anche il Siena. Sono soprattutto Gervasoni e Carobbio (all'epoca al Siena) a mettere nei guai la serie B. Sarebbero dodici le società della serie cadetta attuale nel mirino della Procura federale, secondo quanto esce dall'elenco delle persone sentite e delle partite indicate nei verbali di Gervasoni e Carobbio: AlbinoLeffe, Ascoli, Bari, Crotone, Grosseto, Livorno, Modena, Padova, Reggina, Torino, Varese e Verona. Se i nomi dovessero essere confermati dai deferimenti che sono in arrivo, si preparerebbe un vero e proprio caos per le classifiche: playoff e playout sono previsti proprio nei giorni in cui si dovrebbero svolgere i procedimenti sportivi. Cosa accadrà? L'afflittività come sarà calcolata? Le eventuali penalizzazioni quando saranno scontate?