BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

EURO 2012/ Grecia-Repubblica Ceca e Polonia-Russia: le partite in programma oggi (gruppo A)

Oggi agli Europei 2012 è in programma la seconda giornata del gruppo A: alle ore 18.00 Grecia-Repubblica Ceca, alle ore 20.45 un attesissimo Polonia-Russia, anche per motivi extrasportivi.

Robert Lewandowski (Infophoto)Robert Lewandowski (Infophoto)

Agli Europei di calcio 2012 in Polonia e Ucraina si è conclusa ieri la prima “giornata” di partite, dal momento che è sceso in campo anche il gruppo D, che ha visto il pareggio tra Francia-Inghilterra (1-1) e la vittoria dell'Ucraina sulla Svezia per 2-1, con la bella storia del “vecchio” Andriy Shevchenko che con una doppietta ha ribaltato il vantaggio svedese del suo erede al Milan Zlatan Ibrahimovic. Ma oggi è già tempo di iniziare il secondo turno di partite: infatti scende in campo il gruppo A.

Si parte come sempre alle ore 18.00, quando a Wroclaw (la storica città di Breslavia, tedesca fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale) scendono in campo Grecia-Repubblica Ceca: partita già molto delicata per le due formazioni, perchè venerdì scorso gli ellenici hanno pareggiato con la Polonia e i cechi hanno perso pesantemente perso contro la Russia. Insomma, oggi un secondo passo falso non sarà concesso, e anche un pareggio potrebbe servire a poco (soprattutto ai cechi). La Grecia però è uscita bene dalla prima partita, con la rimonta in inferiorità numerica contro i padroni di casa e pure alcuni rimpianti per il rigore sbagliato da Karagounis; come ha detto il c.t. Fernando Santos, “il greco nelle avversità tira fuori il meglio di sè”. La Repubblica Ceca non può fare molti tatticismi: “Noi non vogliamo andare a casa: siamo qui per vincere e per rimetterci subito in corsa”, ha sintetizzato Tomas Rosicky, il numero 10 da cui dipenderà buona parte del destino ceco.

Molto più attesa è la partita serale, Polonia-Russia (ore 20.45): si gioca a Varsavia, la capitale, e i motivi di interesse sono davvero tanti. Cominciamo da quelli strettamente calcistici: la Polonia deve reagire al pareggio dell'esordio – che ha complicato il cammino verso i quarti – mentre la Russia stasera potrebbe già qualificarsi (e con una combinazione di risultati favorevoli addirittura potrebbe assicurarsi il primato nel girone). Ma non c'è il calcio al centro dell'attenzione, anzi. La rivalità storica tra le due Nazioni è fortissima: l'Impero Russo dominò buona parte della Polonia dai tempi di Napoleone fino alla Prima Guerra Mondiale, e poi ci sono state l'invasione sovietica durante la Seconda Guerra Mondiale e i 45 anni di dittatura comunista nei quali la Polonia era un “satellite” di Mosca.