BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

OLIMPIADI/ Cerimonia al Quirinale: Napolitano consegna la bandiera alla Vezzali

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha consegnato a Valentina Vezzali la bandiera che sarà utilizzata nella cerimonia inaugurale delle Olimpiadi di Londra 2012.

Valentina Vezzali sarà la portabandiera italiana (Infophoto)Valentina Vezzali sarà la portabandiera italiana (Infophoto)

Come da tradizione, la spedizione olimpica italiana comincia anche quest'anno con la cerimonia al Quirinale durante la quale il presidente della Repubblica consegna ufficialmente al portabandiera azzurro la bandiera che verrà utilizzato durante la cerimonia inaugurale. Dunque oggi i protagonisti sono stati Giorgio Napolitano, Valentina Vezzali e Oscar De Pellegrin, che sarà il portabandiera dell'Italia alle successive Paralimpiadi. La delegazione de Coni comprendeva oltre 80 atleti olimpici, con in testa il presidente del Coni Gianni Petrucci e naturalmente la portabandiera Vezzali, che sono stati ricevuti nel Salone dei Corazzieri al Quirinale, alla presenza anche del ministro con delega allo sport, Gnudi. Tra gli atleti più rappresentativi presenti oggi e che ci rappresenteranno a Londra 2012 possiamo citare l'olimpionico di pugilato Roberto Cammarelle, l'argento di Pechino nel taekwondo Mauro Sarmiento (che promette di radersi i capelli in stile-Hamsik in caso di medaglia ai Giochi), la squadra di pallavolo maschile al completo, il c.t. della pallanuoto Sandro Campagna e il portiere Stefano Tempesti in rappresentanza del Settebello campione del mondo.

L'appuntamento per gli atleti era al Foro Italico, e per raggiungere il Quirinale hanno utilizzato bus scoperti turistici, che hanno consentito di ammirare le bellezze di Roma. Scortati dalle forze dell'ordine, gli azzurri sono stati applauditi e salutati dalle persone sul loro percorso. Anche questo ha contribuito a creare un clima allegro, con tante pacche sulle spalle fra atleti di diverse discipline che si incontrano raramente.

L'incontro ha avuto inizio con le parole di Petrucci, che ha ricordato la recente visita di Napolitano a Euro 2012: “Caro presidente, ci ritroviamo dopo il viaggio in Polonia, dove lei ha dimostrato grande vicinanza alla Nazionale di calcio, scendendo anche negli spogliatoi per incitare i nostri azzurri. La sua vicinanza è per tutto lo sport. Qui siamo con una delegazione di atleti che si sono sacrificati per arrivare all'Olimpiade. E se un atleta nel tempo diventa 'ex' campione del mondo, resterà per sempre olimpionico. Per l'importanza di questo appuntamento siamo felici di sapere che lei sarà presente al nostro fianco alla cerimonia di apertura a Londra”.