BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Spagna-Francia (2-0): i voti, la cronaca, il tabellino (quarti di finale Euro 2012)

Pubblicazione:

Xabi Alonso (Foto: Infophoto)  Xabi Alonso (Foto: Infophoto)

LE PAGELLE DI SPAGNA-FRANCIA (2-0): I VOTI, LA CRONACA, IL TABELLINO (EURO 2012 QUARTI DI FINALE) - A Donetsk, la Spagna supera la Francia per 2-0. Le “Furie rosse” avanzano e raggiungono la semifinale che le vedrà impegnate contro il Portogallo di Ronaldo. La sfida di questa sera è stata decisa dalla doppietta di Xabi Alonso: colpo di testa nel primo tempo e penalty nei minuti di recupero del secondo. Un successo raramente messo in discussione, se non per eccesso di leggerezza degli iberici. La squadra di Del Bosque ha surclassato gli avversari e non ha dato nemmeno l'idea di essersi impegnata al massimo, preferendo spesso serie di passaggi per addormentare il match. Per Blanc c'è molto da rivedere. La sua squadra è sembrata con il morale a terra e raramente ha dato l'impressione di crederci. Inoltre, la manovra risulta essere poco fluida e troppo prevedibile.

SINTESI PRIMO TEMPO – L'inizio del match offre diverse sorprese tra le formazioni iniziali. Fabregas viene nuovamente preferito a Torres. Mentre Blanc, rinuncia a Nasri, inserendo Malouda nel ruolo di mezzala. Dopo pochi minuti la Spagna ci prova e reclama il rigore. Xavi cerca in verticale Fabregas in area, il quale cade in area dopo un leggero contatto con Clichy. Rizzoli nega il penalty tra le proteste spagnole. La Spagna continua a macinare gioco e gli avversari ben presto rinunciano al pallino del gioco, scegliendo una folta copertura della propria metà campo. Gli iberici in poco tempo allargano la manovra e colpiscono. Al 20esimo Jordi Alba semina Debouchy e arriva al cross dal fondo. La retroguardia transalpina si dimentica di Xabi Alonso ed il mediano è libero di colpire di testa. Incornata perfetta e la “Roja” si porta in vantaggio. La reazione dei francesi è lenta ad arrivare e Casillas non si preoccupa. L'unica chiamata in causa del portiere madrileno si ha nel finale, quando Cabaye con una punizione dai 30 metri indirizza il pallone all'incrocio. Casillas non si fa sorprendere e devia in angolo.

SINTESI SECONDO TEMPO – La ripresa delle ostilità non è accompagnata da sostituzioni. La Spagna non fatica granchè a controllare il match. Xabi Alonso ci prende gusto e ci prova dopo pochi minuti dalla distanza, senza centrare la porta. Così la squadra di Del Bosque prova ad addormentare la partita. La Francia inizialmente sta a guardare, poi pian piano risorge e inizia a costruire qualcosa. Al 62' Ribery lotta in mezzo a due sulla sinistra e riesce a mettere in area un traversone per la testa di Debouchy. Il tentativo dell'esterno termina però oltre la traversa. Un attimo più tardi, Xavi inventa e dal centrocampo si inventa un passaggio in obliquo per l'inserimento di Fabregas. Lloris però è attento e rapido nell'intercettare il bellissimo suggerimento. Blanc, risolve i dubbi e manda Nasri e Menez in campo, provando a invertire l'andamento della gara. Il risultato non è però quello desiderato. Nasri dà più linfa alla manovra dei blues, ma le occasioni latitano. La Spagna pressa e tronca sul nascere diverse azioni degli avversari. Nel finale, per gli iberici entrano Cazorla e Pedro. Sarà proprio questo nuovo tandem a provocare il rigore. Cazrola serve Pedro in area con un elegante passaggio, Reveillere non regge il confronto e stende il catalano in area. Rigore ineccepibile. Xabi Alonso spiazza Lloris e porta i suoi compagni in semifinale. La forza della squadra iberica è anche questa: i nuovi ingressi in campo che subito si inseriscono nella manovra, tanto da provocare in pochi minuti un'occasione determinante che di fatto chiude il match. La Spagna dimostra ancora di essere la accreditata principale alla vittoria, ma tra qualche giorno se la dovrà vedere con un certo Cristiano Ronaldo...

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER LE PAGELLE DI SPAGNA-FRANCIA (2-0): I VOTI E IL TABELLINO DELLA PARTITA DI EURO 2012 (QUARTI DI FINALE)



  PAG. SUCC. >