BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OLIMPIADI LONDRA 2012/ Calcio, Beckham escluso dalla Gran Bretagna. E Rooney...

Pubblicazione:

Wayne Rooney, attaccante Inghilterra (Infophoto)  Wayne Rooney, attaccante Inghilterra (Infophoto)

Nel mirino della critica c'è soprattutto Wayne Rooney, accusato di essere un fenomeno solo con il club, proprio come si dice di Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. Questi Europei hanno accresciuto questa sensazione: vero, ha saltato le prime due partite per squalifica (ma anche questa è una colpa), poi però ha fatto una prestazione appena sufficiente con l'Ucraina (con gol, ma da pochissimi centimetri) e contro l'Italia è stato gravemente insufficiente. Spompato dopo 25 minuti, pesante e lento, forse a causa del viaggio a Las Vegas che si era concesso a maggio essendo squalificato nella fase iniziale (e non piace che ora si sia già rifugiato oltre Oceano). Un disastro, specie a paragone della esaltante stagione con lo United di Ferguson. Hodgson ha difeso le perfomance di Rooney all’Europeo, accusando Capello di aver fatto “una battuta da poco” sul suo ex giocatore. “L’impegno di Wayne è stato fantastico e ha fatto anche del lavoro extra, perché sapeva di essere indietro rispetto agli altri per via delle due partite saltate per squalifica. Sul finire della sfida con l’Italia lui e un paio d’altri non hanno reso sui loro soliti livelli, ma questo è il calcio e se i giocatori fossero dei robot e giocassero sempre allo stesso modo, non ci sarebbe nemmeno bisogno di allenarli”. Ma le polemiche non si placano.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.