BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

RAPITO OBODO/ Sequestrato in Nigeria il giocatore del Lecce

Christian Obodo, centrocampista nigeriano del Lecce e di proprietà dell'Udinese, è stato rapito nella sua città natale questa mattina. Chiesto un riscatto di 150 mila euro.

Christian Obodo (Infophoto)Christian Obodo (Infophoto)

Una brutta notizia turba oggi il mondo del calcio: il centrocampista nigeriano del Lecce, Christian Obodo, è stato rapito questa mattina nella sua città natale, Warri, nella regione del Delta. Si tratta della regione costiera della Nigeria, assai ricca di giacimenti di petrolio e proprio per questo funestata dalla guerriglia. La notizia è stata diffusa dai media nigeriani, citando fonti governative. Secondo a quanto si è appreso, i rapitori armati hanno prelevato il giocatore di proprietà dell'Udinese alle 9.20 locali di fronte a una chiesa. Obodo ha 28 anni e da molte stagioni gioca e vive in Italia, ma nelle vacanze era rientrata in Nigeria. I media del Paese africano hanno citato la ricostruzione del rapimento fatta da un anonimo esponente del governo dello stato del Delta, che avrebbe dichiarato: “Sì, è stato rapito. I dettagli non sono ancora chiari ma mi hanno detto che si trovava in auto e si dirigeva verso la chiesa. La targa personalizzata dell'automobile, 'Obodo 5', potrebbe aver attirato l'attenzione dei rapitori. Nella serata di ieri si era recato in un locale con la stessa auto”. Pare dunque che i rapitori abbiano saputo dell'esistenza in città del calciatore nel corso della serata di eri, colpendo poi questa mattina. Secondo gli ultimi aggiornamenti, Obidike Okechukwu, cognato di Obodo, ha rivelato all'agenzia Ansa che i rapitori si sono già fatti vivi chiedendo un riscatto di 150mila euro. Okechukwu ha rivelato che la madre di Obodo avrebbe detto ai rapitori che le banche oggi in Nigeria sono chiuse e che quindi è impossibile pagare subito il riscatto, confermando anche la dinamica del sequestro. Il centrocampista era tornato in Nigeria un paio di settimane fa, al termine della Serie A. Con la madre ci sono anche la sorella del giocatore (la moglie di Okechukwu, rimasto invece a Udine) e il fratello Kenneth. Il calcio in Nigeria torna nel mirino di sequestratori dopo l'episodio avvenuto lo scorso anno, quando venne rapito, e per fortuna poi liberato, il padre di Jon Obi Mikel, centrocampista del Chelsea. Obodo è nato proprio a Warri l'11 maggio 1984 e ha giocato l'ultima stagione nel Lecce, che l'ha avuto in prestito dall'Udinese. Obodo giunse in Italia nel 2001 scoperto dal Perugia di Serse Cosmi, che nel 2002-03 lo promuove titolare.