BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAGELLE/ Italia-Spagna (0-4): i voti della finale di Euro 2012

Serviva l'impresa ed impresa non c'è stata. La finale tra Spagna-Italia si chiude con uno 0-4 senza appello. Promossi i bravi, bocciati i somari: i voti di Spagna-Italia

Prandelli consola Balotelli (Foto: Infophoto) Prandelli consola Balotelli (Foto: Infophoto)

Serviva l'impresa ed impresa non c'è stata. La finale tra Spagna-Italia si chiude con uno 0-4 senza appello. Troppo superiori le furie rosse, specie contro una nazionale così raffazzonata e ridotta ai minimi termini, costretta a giocare in dieci per oltre mezz'ora a causa dell'infortunio di Thiago Motta, ultimo uomo mandato in campo da Prandelli.

Italia-Spagna, voto 6: E' una finale ed in quanto tale, sarebbe davvero ingeneroso valutarla al di sotto della sufficienza. La verità, purtroppo, è che non c'è mai gara. La Spagna, affrontata a viso aperto, continua a non avere eguali al mondo e domina in lungo ed in largo la contesa. L'infortunio di Motta e le precarie condizioni di Balzaretti e Bonucci, finiscono poi per regalare un secondo tempo soporifero, nel quale oltre ai due gol c'è spazio solo per la noia (clicca qui per leggere la cronaca e il tabellino della partita). 

Italia

Buffon 5.5: Si deve chinare quattro volte a raccogliere il pallone nella rete. Non ha colpe effettive su nessun gol.

Abate 5: In imbarazzo contro le continue sgroppate, ora di Iniesta, ora di Jordi Alba. Gli Spagnoli passano da ogni parte e lui combina effettivamente poco.

Bonucci 5: Anche lui si oppone come può alla straripanza delle furie rosse. Appare però troppo svagato nell'applicazione del fuorigioco e più volte non segue la linea tenendo in gioco le punte iberiche.

Barzagli 5.5: Il meno peggio lì dietro. Lotta strenuamente e prova a non mollare mai. Si deve però arrendere come tutti.

Chiellini 4: Finale da incubo. Un quarto d'ora di sofferenza evidenziato dall'erroraccio sul gol di Silva, poi chiede il cambio e rientra mestamente in panchina. (Dal 17'pt Balzaretti 5.5: L'unico ad arrivare un paio di volte sul fondo. Dimostra ancora una volta di essere tra i più propositivi, anche se in una serata del genere la sufficienza è impensabile).

Marchisio 4.5: Desaparecidos tra le maglie rosse. Non lo si vede praticamente mai, tanto da arrivare a chiedersi se effettivamente sia sceso in campo.

Pirlo 5.5: Nel primo tempo concede un paio di recuperi difensivi importantissimi e poco altro. La verità è che anche lui si dimostra umano e, abbandonato in mezzo ad una gabbia di tre uomini, senza movimenti dei compagni, può davvero poco. Anzi è già tanto che non perda palloni su palloni in zone pericolose del campo.

De Rossi 5: Lotta e ci mette la grinta, ma contro il centrocampo spagnolo non basta. Regala il pallone a Xavi in occasione del terzo gol spagnolo ed avvia dunque la goleada iberica. 

Montolivo 5.5: Una sola fiammata al minuto cinque del secondo tempo, quando pesca Di Natale in area con un bel passaggio filtrante poi tanta sofferenza.