BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OLIMPIADI LONDRA 2012/ Federer non sarà portabandiera della Svizzera. Chi sarà l'ultimo tedoforo?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Roger Federer (Infophoto)  Roger Federer (Infophoto)

OLIMPIADI LONDRA 2012: PORTABANDIERA E ULTIMO TEDOFORO, COME SARA' LA CERIMONIA INAUGURALE – Si avvicina sempre di più la cerimonia inaugurale dei Giochi Olimpici di Londra 2012, che si terrà nella serata di venerdì 27 luglio allo stadio Olimpico della capitale britannica e che darà ufficialmente il via alle Olimpiadi estive numero 30, anche se il calcio offrirà già un antipasto nei giorni precedenti. La cerimonia sarà come sempre uno spettacolo suggestivo, l'evento che interessa di più a chi non segue in particolare lo sport e che mette in risalto tutti i valori dell'olimpismo. Come sempre, nei giorni precedenti l'interesse si concentra sui personaggi scelti come portabandiera delle varie Nazioni, e l'ultima notizia in proposito è la rinuncia di Roger Federer a portare la bandiera della Svizzera. Al suo posto il Comitato olimpico elvetico ha scelto un altro tennista, Stanislas Wawrinka, che a Pechino 2008 ha vinto l'oro nel doppio proprio con Federer.

La scelta probabilmente farà discutere in Svizzera, come è successo in Italia con il “tormentone” legato a Federica Pellegrini, prima che la scelta del Coni ricadesse sulla pluri-campionessa Valentina Vezzali, nome che ha messo d'accordo tutti. Però Federer ha dato una motivazione che potrebbe spegnere ogni tensione: il campionissimo ha infatti spiegato che – essendo già stato portabandiera – avrebbe voluto che anche altri atleti potessero avere quel privilegio. Di certo di questa decisione ringrazia Wawrinka, che infatti ha commentato così la scelta dei dirigenti svizzeri: “E' per me un onore speciale condurre gli atleti svizzeri nello stadio Olimpico come portabandiera durante la sfilata della cerimonia di apertura dei Giochi. Sono orgoglioso di portare la bandiera svizzera, mi ricorda il grande momento quando ho ricevuto la medaglia a Pechino con Roger Federer. Lo spirito di squadra ha reso possibile questa vittoria, e auguro il meglio a tutti i membri di questa bella e forte squadra”. Di certo è stata più dolorosa la rinuncia di un altro grande campione del tennis: Rafael Nadal non sarà il portabandiera della Spagna perchè si è infortunato e a Londra non ci sarà, privando questo speciale “Wimbledon bis” di un protagonista molto atteso. Al suo posto è stato scelto Pau Gasol, giocatore di basket dei Lakers e membro della squadra che si annuncia prima rivale degli Usa. A proposito, gli americani non hanno ancora scelto il loro portabandiera, ma potrebbe essere Kobe Bryant.



  PAG. SUCC. >