BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ L'Italia alle Olimpiadi di Londra 2012: i promossi e i bocciati della spedizione azzurra

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il podio del fioretto femminile individuale: Errigo, Di Francisca, Vezzali (Infophoto)  Il podio del fioretto femminile individuale: Errigo, Di Francisca, Vezzali (Infophoto)

PAGELLE OLIMPIADI LONDRA 2012: I VOTI ALL'ITALIA – Otto ori, nove argenti e undici bronzi, un totale di ventotto medaglie e l'ottavo posto nel medagliere: possiamo dire che l'Olimpiade dell'Italia è stata positiva, e i giudizi più autorevoli – da Gianni Petrucci al premier Mario Monti fino al presidente Giorgio Napolitano – lo hanno confermato. L'obiettivo è stato raggiunto, e dobbiamo dire grazie a chi ci ha portato sul podio nei sedici giorni di gara (clicca qui per leggere il riassunto di tutte le medaglie italiane). Come è inevitabile, però, in un evento così grande ci sono state gioie e delusioni, conferme ed exploit, successi e sconfitte. Ecco dunque i nostri voti alla spedizione azzurra, con la doverosa premessa che ringraziamo tutti per esserci stati e averci regalato due settimane di grande sport.

 

TAEKWONDO VOTO 10 – Due atleti in gara, due medaglie. Il 100% di risultati, cosa si può volere di più? Carlo Molfetta e Mauro Sarmiento hanno fatto capire a tutti gli italiani che cosa è questa arte marziale coreana.

TIRO A SEGNO VOTO 10 – Di solito in Italia il tiro a segno fa da spalla al tiro a volo. Invece a Londra ci ha presentato uno dei nostri eroi a questi Giochi, Niccolò Campriani: per lui un oro e un argento, miglior italiano di sempre in questo sport. Non solo lui, anche l'argento inatteso di Luca Tesconi ha portato il bilancio a quota tre.

SCHERMA VOTO 9 – La scherma si conferma il nostro forziere di medaglie. Semplicemente perfette le ragazze del fioretto femminile, con Elisa Di Francisca nuovo mito di Jesi ma Valentina Vezzali che ancora resiste, bravissimi i maschi a reagire con l'oro a squadre dopo il quarto, quinto e sesto posto della gara individuale. Ottimo anche il bilancio della sciabola che – nonostante i problemi fisici di Montano – porta a casa l'argento di Diego Occhiuzzi e il bronzo a squadre. Rimandata solo la spada.

TIRO A VOLO VOTO 9 – Oro con record del mondo di Jessica Rossi, argento dopo uno spareggio che sembrava infinito Massimo Fabbrizi (e contro un croato dell'Istria di madrelingua italiana): nella fossa siamo i maestri indiscussi. Manca il massimo dei voti perchè almeno una medaglia poteva arrivare anche dalle altre specialità.

BOXE VOTO 8,5 – Tre medaglie, il pugilato si conferma uno dei nostri punti di forza. Roberto Cammarelle avrebbe dovuto vincere l'oro, Clemente Russo si conferma ai vertici, Vincenzo Mangiacapre è il futuro. Restano i rimpianti per le sconfitte di Picardi per un solo punto e di Valentino, sotto il suo livello nei quarti, altrimenti sarebbe stato un trionfo.



  PAG. SUCC. >