BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI/ Chievo-Lazio, notizie alla vigilia (Serie A, terza giornata)

In campo all'ora di pranzo a Verona Chievo contro Lazio. La squadra romana guida la classifica insieme a Juventus e Napoli e cerca altri tre punti. Ecco le probabili formazioni

Klose, foto InfoPhoto Klose, foto InfoPhoto

Una Lazio a punteggio pieno in testa alla classifica dopo due giornate (insieme a Juventus e Napoli) va a Verona a incontrare un Chievo distanziato di tre punti. Il buon momento della squadra romana certamente non deve far prendere sottogamba la trasferta, insidiosa come tutte le trasferte e poi perché il Chievo è sempre solida e combattiva squadra, soprattutto al Bentegodi. La Lazio ovviamente deve consolidare il buon momento e cercare i tre punti per lanciarsi nella fuga scudetto, ma il Chievo non starà a guardare perchè Di Carlo vuole conquistarsi la salvezza il prima possibile. La Lazio potrà contare su Stefano Mauri in quanto Ederson non è ancora del tutto a posto. La partita inaugurerà la domenica calcistica, visto che le due squadre scenderanno in campo all'ora di pranzo, nell'ormai tradizionale anticipo della domenica.

Mancherà domani in campo il senegalese Dramè che è ancora al lavoro per raggiungere la buona condizione dopo i problemi al ginocchio. Indisponibili anche Paloschi, che soffre di distorsione alla caviglia destra con lesione al legamento, e Squizzi per via della frattura della falange del dito mignolo della mano destra. Convocato invece Andreoli in difesa anche se sembra andrà in panchina, così come dovrebbero andare in panchina Rigoni e Cruzado. Sicuro in attacco il solito Pellissier insieme a Di Michele, con alle spalle Thereau orma completamente riciclato nel ruolo di trequartista. A centrocampo Luciano, Luca Rigoni e Hetemaj mentre iin difesa dovrebbero giocare Sardo e Nicolas Frey sugli esterni con Dainelli e Cesar coppia centrale. Da non escludere l'utilizzo di Jokic, visto che Frey dovrebbe adattarsi a giocare sulla corsia mancina. 

Saranno disponibili in panchina Puggioni, Andreolli, Jokic, Papp, Marco Rigoni, Cruzado, Guana, Vacek, Stoian, Mamadou, Moscardelli e Viotti. A una prima lettura non sembrano nomi troppo altisonanti, ma attenzione: Cruzado ha tecnica e qualità per cambiare la partita in corsa, Moscardelli è un uomo dai gol pesanti e c'è Marco Rigoni, lo scorso anno uno dei centrocampisti migliori del campionato, nonostante la retrocessione del suo Novara. Gli altri possono dare una mano nel caso la squadra si debba difendere: Papp, Andreolli e Jokovic all'occorrenza andranno a dare solidità maggiore al reparto difensivo.