BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI/ Udinese-Genoa: ultime novità (serie A, sesta giornata)

Domani al Friuli all'ora di pranzo Udinese-Genoa, due squadre che hanno bisogno di rilanciarsi. Giallo sulla mancata convocazione di Di Natale. Le probabili formazioni delle due squadre.

(Infophoto) (Infophoto)

Antipasto da leccarsi i baffi per la sesta giornata della serie A. Alle 12:30 scenderanno in campo al Friuli i padroni di casa dell’Udinese che affronteranno il Genoa, la più antica società calcistica d’Italia. Le due squadre navigano per ora a metà classifica e devono fare punti se non vogliono partire con l’handicap nella corsa alle posizioni che contano, e che competono alle rispettive compagini. Il match, che sarà arbitrato da Romeo, si preannuncia frizzante. Vediamo le probabili formazioni.

L'Udinese quest'anno non ha cominciato bene la stagione, anche se la vittoria contro il Milan ha ridato entusiasmo: le statistiche di squadra però sono pessime. I friulani sono diciassettesimi per tiri in porta e pericolosità, penultimi per possesso palla, palloni giocati, passaggi riusciti e supremazia territoriale. Gli uomini di Guidolin scenderanno in campo con il consueto 3-5-2. Ma c’è un giallo: si chiama Antonio Di Natale. Il bomber bianconero infatti non è stato convocato per una lite in spogliatoio con il tecnico. “Abbiamo avuto uno screzio come succede in famiglia tra padre e figli e tra fratelli. Il nostro rapporto è forte, solido e positivo e da lunedì rientrerà tutto nella norma”, ha spiegato Guidolin. Spazio dunque al duo Ranegie-Barreto, una scopera e un redivivo. A completare l’undici titolare ci sono Brkic tra i pali, Coda, Danilo e Benatia nella difesa a tre e, per il centrocampo a cinque, Pasquale, esterno di sinistra, Faraoni a destra e in mezzo il trio Pinzi, Lazzari e Pereyra. Indisponibili Muriel per un problema all’anca, e Domizzi per 5 giorni.

Statistiche alla mano, il Genoa è messo ancora peggio: ultimo per possesso palla, palloni giocati, passaggi riusciti e supremazia territoriale. Va però anche detto che il Grifone è ottavo per tiri in porta e pericolosità: insomma, pochissima quantità ma buona qualità. Il Genoa invece scenderà in campo con un 4-3-1-2 inventato da De Canio. Frey tra i pali; davanti a lui agiranno Canini e lo svedese Granqvist (da lui ci si aspetta molto) come coppia di centrali e terzini Antonelli a sinistra e Bovo largo sulla destra. Anche se al posto di quest’ultimo mister De Canio potrebbe schierare Sampirisi. In mezzo al campo è certa la presenza di Kucka e Seymour, mentre Merkel se la gioca con Anselmo. Il giovane Bertolacci, arrivato dalla Roma, agirà dietro le punte che sono i due arieti Boriello e Immobile. Segneranno? Non resta che scoprirlo domani. Il Grifo non disporrà di Vargas e Jankovic, entrambi fuori per tre giorni. Assenze pesanti che i giovani sono chiamati a non far rimpiangere.