BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Udinese-Genoa 0-0 (Serie A 2012/2013): i voti della partita (sesta giornata)

Francesco Guidolin (Foto: Infophoto)Francesco Guidolin (Foto: Infophoto)

Lazzari, 7.5: il migliore in campo dei suoi, tanti cross in mezzo all’area e un paio di assist geniali, su tutti quello a Faraoni dopo un aggancio da fuoriclasse su traversone di Pereyra
Pasquale, 7.5: un pendolino sulla fascia, le batterie durano più di una Duracell, avanti e indietro un’infinità di volta mantenendo pure la lucidità nell’ultimo passaggio
Ranegie, 6: si muove molto, viene tanto incontro, ma non riesce veramente a incidere. Nella ripresa, su contrasto col gomito di Kucka, si rompe l’arcata sopraccigliare, ma lui resta in campo con una vistosa bendatura, dimostrando di non mollare facilmente l’osso
Fabbrini, 6.5: ha fatto di tutto, e lo ha fatto bene: tagli, inserimenti nello spazio, movimenti incontro a prendersi il pallone, dribbling per liberare la conclusione. L’unica cosa che è mancata, è proprio l’incisività nelle conclusioni in porta, e di conseguenza il gol. E non è poco per una punta
Barreto, dal 22’ s.t., s.v.
Guidolin, 6: dimostra per l’ennesima volta di avere carattere e una personalità forte escludendo Di Natale dai convocati. Se questo ha fatto bene alla squadra quest’oggi sul campo? Decisamente no. Però, certe decisioni, alla lunga, possono rivelarsi più importanti rispetto all’immediato responso del campo
Frey, 6: le volte che è chiamato in causa, non sbaglia. Sufficienza piena
Moretti, 5: in balia di Pasquale e Pereyra per tutta la partita
Granqvist, 5: non impeccabile in fase di marcatura, soprattutto in occasione dei corner avversari. Due volte nel primo tempo lascia solo il proprio uomo in mezzo all’area libero di staccare di testa senza difficoltà
Canini, 6: ha il merito di deviare in modo decisivo un tiro di Faraoni destinato in rete. Per il resto, appena sufficiente
Sampirisi, 5.5: bel duello tra giovanissimi quello tra Sampirisi e Fabbrini, duello che viene vinto, nel complesso, dall’attaccante dei friulani, quasi sempre capace di saltare il suo marcatore e andare al tiro o al cross. Esce per infortunio nell’intervallo
Ferronetti, dal 1’ s.t., s.v.
Antonelli, 6: dà equilibrio in mezzo al campo, senza nessuno spunto degno di nota
Seymour, s.v.
Tozser, dal 15’ p.t., 5: non pervenuto, prestazione insufficiente.