BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PARALIMPIADI LONDRA 2012/ Roberto Bargna oro e altre tre medaglie: è ancora grande Italia

Infophoto Infophoto

Andrea era davanti a me, a 800 metri dall’arrivo ho accelerato, lui è stato davvero bravo, mi ha detto di tenere il passo e si è fatto da parte per farmi passare. Poi però il cinese mi ha superato e il romeno Novak prima dell’ultima curva mi ha chiuso facendomi perdere del tempo. Ho pensato di aver perso anche il bronzo ma sono riuscito a raccogliere le ultime energie per lo sprint finale. Mi mancava una medaglia paralimpica, anche se è la più leggera va bene lo stesso”, è stato il racconto del quattro volte campione del mondo, investito nel 2001 mentre si allenava in sella alla sua bici da corsa.

Ormai abbonato al terzo gradino del podio è invece Federico Morlacchi: la grande promessa del nuoto paralimpico italiano sale sul podio per la terza volta dopo i 400 stile libero e i 100 farfalla, e sempre con una medaglia di bronzo al collo. Oggi è stato protagonista nei 200 misti, gara che ha chiuso con il tempo di 2'20”28 e nella quale è stato preceduto dall'australiano Matthew Cowdrey – oro in 2'15”95 – e dall'ucraino Andriy Kalyna, argento grazie al record europeo in 2'16”38. Complessivamente si tratta della sesta medaglia per il nuoto italiano, davvero un'eccellente bottino, come quelli di atletica e ciclismo.

La quarta soddisfazione di giornata è arrivata dalla sciabola maschile grazie al bronzo di Alessio Sarri, il quale è salito sul podio grazie alla vittoria nella finale per il terzo posto contro il russo Marat Yusupov per 15-7, dopo che in semifinale l'azzurro aveva dovuto cedere (10-15) contro il polacco Grzegorz Pluta, che poi è andato a vincere l'oro battendo in finale il francese Marc-Andre Cratere con il punteggio di 15-8. Davvero una bella giornata per l'Italia.

 

(Mauro Mantegazza)

© Riproduzione Riservata.