BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PARALIMPIADI LONDRA 2012/ Roberto Bargna oro e altre tre medaglie: è ancora grande Italia

L'Italia ha vinto oggi alle Paralimpiadi la medaglia d'oro di Roberto Bargna nel ciclismo, e poi tre bronzi con Pittacolo (ciclismo), Morlacchi (nuoto) e Sarri (scherma).

InfophotoInfophoto

Quella di oggi è un'altra giornata davvero eccellente per l'Italia alle Paralimpiadi di Londra 2012. Gli azzurri hanno conquistato una medaglia d'oro e tre medaglie di bronzo, che portano il totale a quota 21, di cui sette ori, cinque argenti e nove bronzi. Il 'metallo' più prezioso è stato conquistato da Roberto Bargna, che ha vinto la prova in linea su strada di ciclismo nella categoria C1-3. Le tre medaglie di bronzo sono arrivate invece da Michele Pittacolo, anche lui nella gara in linea di ciclismo ma nella categoria C4-5, da Federico Morlacchi nei 200 misti di nuoto categoria SM9 e da Alessio Sarri nella gara individuale di sciabola nella scherma in carrozzina.

Diamo dunque la precedenza alla medaglia d'oro di Roberto Bargna. Il ciclista azzurro ha vinto la propria gara in volata con il tempo di 1h42’51’’. Ai posti d'onore si sono piazzati il tedesco Steffen Warias, medaglia d'argento, e l'australiano David Nicholas, che si è preso la medaglia di bronzo precedendo l'altro azzurro Paolo Viganò, che si è dovuto accontentare della quarta posizione. In casa Italia è stata comunque grande festa per l'ennesimo successo della spedizione del ciclismo, che si sta rivelando davvero trionfale. Queste sono state le prime parole di Bargna, classe 1978, vicecampione del mondo della corsa su strada, dopo il trionfo paralimpico: “La corsa è stata impegnativa, ho tentato di uscire dal plotone, ho cercato di scremare il gruppo ma gli altri non erano della stessa idea. Verso la fine ho mantenuto la posizione sulla scia dei miei avversari, poi sono riuscito a mettere avanti la ruota al fotofinish. Non riesco ancora a crederci. È stato un crescendo, ho iniziato a pedalare nel 2007, poi sono entrato in nazionale e da qui è stato un susseguirsi di evento, un’emozione dopo l’altra. Il c.t. Mauro Valentini ha deciso di portarmi qui e oggi penso di averlo ripagato”. Non c'è nessun dubbio.

La prima medaglia di giornata invece era arrivata da Michele Pittacolo. Si è trattato di un bronzo da condividere con il compagno di squadra Andrea Tarlao, che ha lanciato la volata di Pittacolo (C4) permettendogli di difendere il terzo posto alle spalle dell’ucraino Dementyev (oro), che ha vinto in solitaria, e del cinese Liu (argento), entrambi classe C5 a differenza di Michele, che è un C5 (il suo handicap è più grave).