BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SERIE A/ Il calendario della ventesima giornata: programma e orari delle partite

Ecco il calendario della ventesima giornata del campionato di serie A, la prima del girone di ritorno: il programma e gli orari delle partite con anticipi e posticipi

Amauri: il grande ex di Parma-Juventus (Infophoto)Amauri: il grande ex di Parma-Juventus (Infophoto)

La serie A aprirà tra domani e domenica il girone di ritorno. La ventesima giornata segna dunque il superamento della metà del cammino: comincia la lunga discesa verso il traguardo di maggio. Il programma della giornata sarà quello normale, senza cambiamenti di orari: i due anticipi al sabato, quello all'ora di pranzo e il posticipo di domenica sera. Dunque si partirà domani alle ore 18.00 con Bologna-Chievo, partita importante soprattutto per i rossoblu che – vista la classifica – non possono permettersi passi falsi in casa contro una rivale diretta, che però nelle ultime settimane sta facendo decisamente meglio e non vuole interrompere il suo buon cammino. Alle ore 20.45 Inter-Pescara presenta una situazione simile, nel senso che i tre punti saranno fondamentali per i padroni di casa: i nerazzurri non possono sbagliare un'altra partita, ma gli abruzzesi stanno bene e cercheranno magari di approfittare delle tante assenze tra i giocatori di Stramaccioni per piazzare un risultato a sorpresa. Il programma domenicale avrà inizio alle ore 12.30 con l'ultimo anticipo, Torino-Siena: i granata devono approfittare di un turno sulla carta favorevole per mantenere un buon margine di vantaggio sulla zona retrocessione (e possibilmente per aumentarlo), ma i bianconeri hanno l'acqua alla gola e certamente venderanno cara la pelle per tornare in Toscana con un risultato positivo. Sei partite alle ore 15.00 di domenica. In ordine alfabetico, cominciamo da Cagliari-Genoa: anche in questo caso, i punti in palio sono fondamentali per la corsa verso la salvezza, dal momento che la terzultima ospita la quartultima, che la precede di una sola lunghezza; l'obiettivo sarà da una parte il sorpasso, dall'altra l'allungo. Catania-Roma è una partita che spesso ha riservato emozioni: le premesse sono buone anche questa volta, vista la bontà della formazione di Maran e il valore di quella di Zeman, che deve cercare il colpaccio su un campo difficile come il Massimino per svoltare in una stagione finora troppo ricca di alti e bassi. Lazio-Atalanta sarà un nuovo esame per i biancocelesti di Petkovic, che dovranno dimostrare di non essersi montati la testa per i recenti ottimi risultati davanti ad un avversario ostico come i nerazzurri del romano Colantuono, impegnati a tenere lontana la zona calda. Napoli-Palermo sarà un bel derby del Sud, anche se gli obiettivi sono molti diversi: sotto il Vesuvio si è tornati a parlare di scudetto, e per questo i tre punti sono necessari; in Sicilia però aleggia uno spettro che si chiama retrocessione, e uscire dal San Paolo con un buon risultato sarebbe un autentico toccasana. Parma-Juventus sarà la sfida più interessante del pomeriggio: gli emiliani stanno facendo un ottimo campionato e sono l'unica squadra ancora imbattuta in casa, dunque saranno un banco di prova molto attendibili per i bianconeri reduci dalla clamorosa sconfitta di domenica scorsa e dai 120 minuti in Coppa Italia di mercoledì. Infine Udinese-Fiorentina, sfida tra due belle e solide realtà del nostro calcio: naturalmente quest'anno in copertina ci sono soprattutto i viola di Montella, ma i ragazzi di Guidolin stanno risalendo dopo un inizio difficile, e non hanno la benché minima intenzione di rallentare sul più bello. Per chiudere ci sarà Sampdoria-Milan, il posticipo delle ore 20.45: per i blucerchiati sarà l'esame dopo il clamoroso colpaccio allo Juventus Stadium che li ha risollevati in classifica, ma i rossoneri non possono lasciare altri punti se vogliono continuare ad inseguire l'Europa per la prossima stagione, dopo che è sfumata pure la Coppa Italia.