BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SERIE B/ Dionigi: Sassuolo favorito, la mia Reggina crede nella linea verde (esclusiva)

Pubblicazione:venerdì 25 gennaio 2013

Davide Dionigi, allenatore Reggina (Infophoto) Davide Dionigi, allenatore Reggina (Infophoto)

Quest'anno per la prima volta dopo tanto tempo abbiamo voluto sposare la linea verde, decidendo di puntare a una salvezza tranquilla, una cosa anomala per la Reggina che è abituata a fare campionati di vertice. E' un programma biennale che speriamo possa dare i suoi frutti e farci arrivare a situazioni e obiettivi più importanti in futuro. Bisogna anche dire che senza la penalizzazione avremmo 25 punti, a ridosso di squadre, come lo Spezia, partite con programmi più importanti.

Come hanno risposto i tifosi della Reggina a questa situazione? L'hanno accettata, comprendendola fino in fondo, standoci vicino per sostenerci fino in fondo. Non ci è mancato certo il loro sostegno.

Linea verde quindi, è bello allenare ragazzi così giovani? Da un certo punto di vista sarebbe più facile allenare giocatori con maggiore esperienza. In ogni caso è bello insegnare calcio anche a ragazzi giovani, che magari ascoltano tutti i tuoi insegnamenti, ma spesso fanno fatica a metterli in pratica. Siamo una squadra che ha attinto anche dalla Lega Pro e dal Campionato Primavera e si è dovuta rinforzare al mercato di gennaio con due giocatori di provata esperienza come Di Michele e Colucci.

Un progetto molto interessante... E' lo stesso progetto che alcuni club più blasonati come il Milan hanno scelto di seguire. Magari i risultati non arrivano subito, ma col tempo si costituiscono le basi per fare grandi cose.

Avete in squadra proprio due giovani del Milan in prestito, Comi e Ely: può darci un giudizio su di loro? Sono giocatori molto interessanti, come Campagnacci: tre calciatori su cui puntiamo tanto in questa stagione.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.