BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Catania-Fiorentina (2-1): i voti e il tabellino della partita (Serie A 22esima giornata)

Pubblicazione:domenica 27 gennaio 2013

Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina (Foto: Infophoto) Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina (Foto: Infophoto)

IZCO 5: Contro un centrocampo così è dura fare bella figura, ma con le assenze di Lodi e di Almiron ci si aspettava di più da lui.
ALVAREZ 5,5: Dopo pochi minuti si inserisce in maniera perfetta nella difesa viola, ma con un tiro inguardabile spedisce la palla a lato. Per il resto ci prova, ma fatica molto.
BIAGIANTI 5: Cerca di riconquistarsi il posto titolare, lottando tanto a centrocampo, ma dopo un po' non si vede più.
BARRIENTOS 7: Aggiunge quella qualità a centrocampo, che oggi mancava con l'assenza di Lodi. Ciliegina sulla torta l'assist eccezionale per Castro.
CASTRO 6,5: Non è una punta, ma per oggi sì segnando il gol decisivo,anticipando Roncaglia di testa.da vero attaccante.
GOMEZ 6,5: Il “Papu” non riesce ad imprimersi tanto sulla partita quanto vorrebbe, ma quando parte palla al piede sembra Speedy Gonzalez. Iraggiungibile.
MARAN 6.5: La sua squadra con l'ennesima vittoria sogna l'Europa, deve essere bravo a mantenere i piedi per terra.
CATANIA-FIORENTINA:I VOTI DEI VIOLA
NETO 5: Il giovane portiere brasiliano al primo sbaglio viene punito subito, regalando il gol del pareggio al Catania con un'uscita lenta e azzardata. Nel secondo tempo rimane molto insicuro nellle uscite.
RONCAGLIA 6: Ottimo primo tempo dove sembra insormontabile, nel secondo cala un po' di ritmo. Peccato per l'errore sul gol nel finale, ma la sufficienza c'è l'ha.
RODRIGUEZ 5,5: Troppo sicuro di sé, soprattutto quando esce dall'area palla al piede, azione vietata nel codice dei difensori. Ci si aspetta di più.
SAVIC 6: Prestazione buona, tranne qualche difficoltà con Gomez.
CUADRADO 6,5: E' una spina nel fianco del Catania, non si ferma mai, fa ottimi inserimenti, ma deve diventare più cinico davanti al portiere.
AQUILANI 5: Perde la testa nel finale insultando l'arbitro e rovina una prestazione discreta lasciando i suoi in 10.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >