BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DOPING/ Fuentes ammette: dopavo ogni genere di atleta, non solo i ciclisti

Oggi è iniziato a Madrid il processo penale sull'Operacion Puerto, che vede principale imputato il dottor Fuentes, che ha dichiarato: non dopavo soltanto i ciclisti

Infophoto Infophoto

L'Operacion Puerto ha già sconvolto il ciclismo spagnolo ed internazionale, ma in futuro potrebbero esserci grosse e dolorose sorprese anche riguardanti altri sport. Infatti dalla Spagna rimbalzano dichiarazioni clamorose del dottor Eufemiano Fuentes, il personaggio chiave di questa vicenda. Fuentes ha dichiarato oggi: “Ho dopato ogni genere di atleti”. Parole molto significative, soprattutto per il contesto in cui sono state pronunciate: infatti, si tratta della prima forte confessione del 57enne dottore spagnolo, che stamane ha testimoniato a Madrid all'apertura del processo sulla Operacion Puerto, l'operazione che nel 2006 la polizia spagnola condusse contro il doping e che ebbe pesantissime ripercussioni sul ciclismo, dal momento che coinvolse big del calibro del tedesco Jan Ullrich, il nostro Ivan Basso e lo spagnolo Alejandro Valverde – giusto per citare i nomi principali legati al medico. Il processo doveva già iniziare ieri, giornata che invece è stata condizionata da una lunghissima attesa ed infine dal rinvio ad oggi.

Ricordiamo che il caso ebbe inizio dalla scoperta una sofisticata rete di attività volta a condizionare le prestazioni sportive facendo ricorso a pratiche e sostanze illecite, che fu portata alla luce da una serie di operazioni effettuate dalla polizia spagnola nel 2006, in diversi appartamenti e laboratori, che hanno portato al sequestro, tra l'altro, di 200 sacche di sangue. La vicenda legata all'Operacion Puerto si è trascinata per anni, anche per la ben nota lentezza con cui la Spagna si è attivata nella lotta contro il doping, ma ora finalmente si è arrivati al processo. Nel corso del dibattimento ci si attendono novità abbastanza rilevanti sugli altri sport di cui si vocifera da anni ma senza avere mai avuto conferme, visto che finora è stato colpito solo il ciclismo. Fuentes invece ha voluto ribadire che ha avuto a che fare con atleti di diversi sport, anche se il ciclismo rimaneva al centro del sistema: “Ho lavorato con atleti di ogni genere, ma nel 2006 si trattava principalmente di ciclisti”, ha detto Fuentes, che è accusato di reati contro la salute. Adesso si possono avanzare ipotesi, che coinvolgono principalmente il calcio e il tennis, che potrebbero essere altri sport coinvolti in modo abbastanza importante, anche per l'importanza che ricoprono all'interno dello sport spagnolo.