BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Basilea-Schalke 04, ultime novità (Champions League, gruppo E)

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Jens Keller va prudente: “Giochiamo in trasferta contro una squadra che ha espugnato lo Stamford Bridge: sono loro i favoriti. Stimo Yakin come allenatore, ci siamo parlati e confrontati più volte negli ultimi tempi. Sappiamo entrambi come facciamo giocare, l’un l’altro, la propria squadra. La forza del Basilea è la duttilità dei suoi interpretim che riescono ad adattarsi a diversi moduli anche nel corso della partita. Contro il Chelsea sono stati impressionanti". In più, una rosa ridotta all'osso impone naturalmente di giocare una partita conservativa, con un pareggio come obiettivo considerato accettabile vista anche la brillante vittoria di due settimane fa. In campo un 4-2-3-1, con Howedes-Matip coppia centrale in difesa e la spinta di Uchida e Aogo sugli esterni. Farfan e Clemens i propulsori sulla trequarti con il diciottenne Max Meyer, da molti indicato come il nuovo fenomeno del calcio tedesco, alle spalle di Kevin Prince Boateng, rigenerato dal ritorno in Bundesliga e ormai vero e proprio cannoniere della squadra.

Turnover per Keller, che non prende sotto gamba l'incontro ma vuole anche concedere un po' di riposo a giocatori che hanno tirato la carretta e non stanno benissimo. Si siede per esempio Adam Szalai, attaccante ungherese che ha già dovuto fermarsi per un paio di settimane; c'è Felipe Santana arrivato dal Borussia Dortmund, poi Gerald Asamoah, confinato nella seconda formazione ma ripromosso questa sera come titolare (dopo tutto ha passato 11 anni nello Schalke, tornandovi in estate). 

Un'ecatombe. Fuori dai giochi innanzitutto il goleador Huntelaar e il fantasista Draxler; ma mancano anche il difensore centrale Papadopoulos, il portiere Fahrmann, il centrocampista Annan, l'attaccante Obasi, il terzino sinistro Fuchs e un elemento esperto come Jermaine Jones. Keller deve fare di necessità virtù.